di Andrea Monaci

Disoccupazione Giovanile da Record Ma Nessuno Parla degli Over 40 e 50


 

L’Istat rileva quasi 2,8 milioni di persone senza lavoro in Italia. Un esercito di disoccupati di cui il 35,1% sono giovani tra i 15 e 24 anni, in crescita del 4,7% rispetto all’anno scorso. Dati preoccupanti ma in linea con quanto accade in Europa. Il tasso di disoccupazione è al 10,8% in crescita di 2 punti rispetto al 2011. Il “fantasma” degli over 40 e 50.

tasso di disoccupazione in Italia

Un esercito di disoccupati. E’ quello che fotografa la rivelazione Istat relativa a settembre 2012, i cui dati provvisori sono stati pubblicati questa mattina. Fa notizia soprattutto la crescita della disoccupazione giovanile, salita a quota 35,1%, il 4,7% in più in un anno, 1,3 punti in più rispetto ad agosto. Nel complesso i disoccupati in Italia sono 2 milioni 774mila.

Nella rilevazione provvisoria non è disponibile il dato relativo alle fasce di età intermedie, quello che secondo gli analisti più attenti misura il reale impatto socio-economico della disoccupazione in Italia. Sappiamo che nel complesso il tasso di inattività tra i 15 e i 64 anni cala su base annua ma è stabile in termini congiunturali, al 36,4%., ma non sappiamo quanti tra i 35 ed i 50 anni hanno perso il lavoro nell’ultimo mese.

Over 40 e 50. In questa fascia di età la perdita del lavoro ha conseguenze a ricaduta sulle altre fasce di età:  la maggior parte di queste persone sono padri di famiglia e contribuiscono al mantenimento di altri soggetti. Il dato sull’inattività della fascia 15-24 anni è invece “drogato” dalla presenza degli studenti. Secondo una stima delle associazioni del settore, Lavoro Over 40 e Atdal, i senza lavoro over 40, 50, e 60 sarebbero oltre 1,5 milioni. Di questi, la gran parte non ha alcuna forma di sostegno economico o indennità e si è anche visto allontanare il traguardo della pensione dalla recente riforma Monti-Fornero.

(foto: @Daniele Muscetta – flickr.com)

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...