di Maria Rosa Tamborrino in

Don Mario Calogiuri, il sacerdote che predica la Parola in spiaggia


 

Don Mario Calogiuri è un ‘prete rock’ e, dopo aver trasformato la sua chiesa in una discoteca, ha pensato bene di scendere in spiaggia in costume a predicare la Parola del Signore

Chi ha fede sa bene che Dio è onnipresente e quindi si trova in tutti i luoghi del mondo. Certo, è difficile pensare che la Sua parola arrivi anche sulle assolate spiagge salentine, eppure, grazie a Don Mario, sacerdote di San Foca, tutto è possibile.

don-marioÈ stato definito ‘il prete rock’: stiamo parlando di Don Mario Calogiuri, parroco della chiesa di Santa Maria Assunta di San Foca, località nel pieno Salento. La cittadina, arrivata alle cronache odierne per l’ipotesi di approdo del gasdotto Tap, ora è famosa anche per uno dei suoi sacerdoti. Il parroco della chiesa di Santa Maria Assunta, infatti, per ovviare all’assenza dei suoi fedeli durante la messa domenicale nel periodo estivo, dove molti preferiscono rinfrescarsi dalla calura del sole immergendosi nelle meravigliose acque azzurre del Salento o preferiscono prendere una bella tintarella, ha pensato bene di portare la parola di Dio proprio sulle spiagge.

“Voglio incontrare la gente sotto l’ombrellone – ha detto don Mario Calogiuriin un posto in cui di solito non si pensa alla religione ma non bisogna dimenticare Gesù”. Il sacerdote è stato visto sabato scorso scendere in spiaggia in tonaca, mentre la domenica ha pensato bene di presentarsi ai bagnanti in tenuta da spiaggia, ovvero indossando un normale costume. Tra un salmo e una parabola, tra un lettera di San Paolo apostolo e un canto liturgico, Don Mario, aiutato dal Gam (Gioventù ardente di Maria), ha cercato di riavvicinare quante più persone possibile alla fede. La sua speranza, infatti, è quella di “avvicinare quanta più gente possibile alla parola di Dio, riuscendo ad interessare i ragazzi e a coinvolgerli” perché, come ha dichiarato lo stesso sacerdote che il sabato sera, per riunire i ragazzi della sua parrocchia, ha fatto diventare la sua chiesa una discoteca, “dalla festa alla preghiera il passo è breve”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook