in

Donna cinese scomparsa in crociera, marito scarcerato: “Quando è sparita mi sono sentito sollevato”

Donna cinese scomparsa in crociera news: a oltre un anno dai fatti, il Tribunale del Riesame pochi giorni fa ha ordinato l’immediata scarcerazione di Daniel Belling, il tecnico tedesco marito della donna scomparsa, sospettato di avere ucciso Li Yinglei, sparita misteriosamente dalla nave MSC Magnifica in crociera nel Mediterraneo, di averla chiusa in valigia e poi gettata in mare prima dell’arrivo a Civitavecchia. L’uomo, che da sempre si dichiara innocente, sostiene di non aver più avuto notizie della moglie dallo scalo in Grecia. Era detenuto a Regina Coeli dopo essere stato arrestato nel febbraio 2017. Soddisfatto per la decisione il suo legale, avvocato Luigi Conti, che aveva impugnato la proroga della carcerazione preventiva decisa dal gip il 7 febbraio.

giallo donna cinese

Donna cinese scomparsa in crociera: scarcerato il marito arrestato nel febbraio 2017

Scomparsa in crociera: cosa è successo sulla nave? Parla il marito scarcerato

Del caso ieri si è occupato il programma Chi l’ha visto?, rendendo note le parole pronunciate dall’uomo a sua discolpa. Bellin intervistato dall’inviato della trasmissione Rai ha detto: “Siamo andati in terapia e le cose sembravano andare meglio, poi lei è tornata ad essere autoritaria come sempre”. Durante la crociera la coppia avrebbe avuto le solite discussioni fino a quando Angie non gli avrebbe detto che voleva scendere e non voleva proseguire il viaggio, lui a quel punto avrebbe accettato senza chiederle spiegazioni perché per lui quel tipo di atteggiamento della moglie “era normale”.

Donna cinese scomparsa, il marito: “Mi sono sentito sollevato”

Quando poi sono arrivati a Civitavecchia l’uomo è stato arrestato e il fatto che non sapesse fornire molti dettagli sulla moglie lo ha reso il sospettato numero uno, così sono scattate le manette. Ora si trova in Irlanda e quando gli viene chiesto se la moglie gli manca lui sorride: “All’inizio ero sollevato, come fosse stata la fine di una dittatura, avevo ritrovato la libertà, ma dopo due mesi in carcere ho iniziato a sentire la sua mancanza”. I coniugi erano in crisi, non andavano d’accordo ed erano ai ferri corti, seguiti anche dai servizi sociali. La freddezza dell’uomo, dunque, se contestualizzata in quel ménage matrimoniale, potrebbe avere una spiegazione logica. Lui ed Angie avevano deciso di fare una crociera forse per fare l’ultimo estremo tentativo di aggiustare le cose, in realtà durante il viaggio molti testimoni raccontano di averli visti litigare. Il sospetto è che l’uomo abbia ucciso la moglie, ma i suoi legali in studio hanno spiegato che non vi sarebbero prove del presunto delitto. Il corpo della donna, lo ricordiamo, non è mai stato ritrovato.

Massimo Boldi e Loredana De Nardis, l’uomo misterioso rompe il silenzio: “La faceva seguire”

Bonus assunzioni Sud 2018: come fare domanda e requisiti, la guida utile