in

Donna cinese scomparsa in crociera: scarcerato il marito arrestato nel febbraio 2017

Donna cinese scomparsa in crociera news: a oltre un anno dai fatti, il Tribunale del Riesame ha ordinato l’immediata scarcerazione di Daniel Belling, il tecnico tedesco marito della donna scomparsa, sospettato di avere ucciso Li Yinglei, sparita misteriosamente dalla nave MSC Magnifica in crociera nel Mediterraneo, di averla chiusa in valigia e poi gettata in mare prima dell’arrivo a Civitavecchia. L’uomo, che da sempre si dichiara innocente, sostiene di non aver più avuto notizie della moglie dallo scalo in Grecia. Era detenuto a Regina Coeli dopo essere stato arrestato nel febbraio 2017. Soddisfatto per la decisione il suo legale, avvocato Luigi Conti, che aveva impugnato la proroga della carcerazione preventiva decisa dal gip il 7 febbraio.

Leggi anche: Donna cinese scomparsa in crociera, è stata uccisa e messa in valigia? L’ipotesi degli inquirenti è sconcertante

Il corpo della donna e la sua valigia non sono stati mai ritrovati. Nessuno avrebbe avvistato la donna cinese dopo la sosta a Genova, dove invece diversi testimoni l’avrebbero vista scendere insieme alla famiglia e poi partecipare alla cena di gala. L’agghiacciante ipotesi investigativa degli inquirenti suppone che Daniel Belling dopo aver ucciso la moglie Li Yanglei, la abbia rinchiusa dentro una valigia perché gracile e di bassa statura (1 m e 52) e poi, presumibilmente, l’abbia gettata in mare in piena notte, approfittando del rumore dei motori. Di ciò però non è mai stato trovato alcun riscontro oggettivo.

“L’ho vista per l’ultima volta sulla nave, prima di attraccare in Grecia. Era sofferente, voleva lasciare la crociera ma io non ero preoccupato perché lo aveva già fatto”, così il mario indagato agli inquirenti. Secondo la sua ricostruzione, ne avrebbe perso ogni traccia da quando la nave è attraccata a Katalon, in Grecia. A suo dire Li Yanglei si sarebbe allontanata volontariamente. La donna stava trascorrendo con il marito e i figli dieci giorni di vacanza nel Mediterraneo su una nave da crociera Msc. L’uomo fu tratto in arresto il 20 febbraio, mentre da Ciampino, insieme ai figli, stava per volare in Irlanda, dove la famiglia risiedeva. Il gip Tomaselli, su richiesta del pm ne aveva convalidato il fermo e l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Belling motivando il provvedimento col pericolo di fuga. Ieri la scarcerazione di Daniel Belling.

Clemente Russo intervista

Clemente Russo boxe intervista esclusiva: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”

Leroy Merlin offerte di lavoro 2018: posizioni aperte in tutta Italia, occasione per disoccupati e studenti universitari (GUIDA COMPLETA)