in ,

Eboli: pensionato muore di infarto mentre demoliscono la sua casa abusiva

Eboli, morte assurda di un 64enne sabato scorso 17 giugno. L’uomo, Salvatore Garfalo, è stato stroncato da un infarto improvviso mentre gli demolivano la casa.

Viveva a Campolongo in un quartiere di case abusive, e appena iniziate le operazioni di recinzione del cantiere, Garofalo è stato colpito da malore. E’ morto di dolore. Era pensionato e viveva con un sussidio dopo il trapianto di un rene. “E’ un grande dolore per tutti noi. Abbiamo ereditato una situazione di abusivismo drammatico”, queste le parole del primo cittadino, Massimo Cariello.

>>> Parigi auto in fiamme sugli Champs-Elysées: tentativo di attacco terroristico (VIDEO) <<<

I sanitari del 118 immediatamente allertati, una volta giunti sul posto hanno tentato il tutto per tutto pur di salvargli la vita ma è stato inutile, gni sforzo vano. L’anziano condivideva l’abitazione con la moglie ed era padre di tre figli. “Non appena il mio cliente ha saputo dell’imminente demolizione, ha avuto un infarto fulminante che non gli ha dato scampo” – ha fatto sapere il legale del 65enne deceduto, Damiano Cardiello – “Vedere anni di sacrifici distrutti da una burocrazia ottusa e formale gli ha provocato un dolore immenso”.

Asia Nuccetelli e Gianmarco Valenza gossip: arriva la smentita su Instagram

Fratelli di Crozza pubblico: ecco come partecipare alla nuova stagione