di Alessandro Cirinei

Ecco come si chiude il 2012 degli start-upper dopo il decreto crescita 2.0


 

Se da una parte c’è soddisfazione per l’approvazione del sudatissimo decreto crescita 2.0, proposto da Corrado Passera, dall’altra c’è però il forte rischio che una ormai probabile caduta del governo Monti possa impedire la trasformazione del decreto in legge rendendo quindi vani tutti gli sforzi fatti finora e mettendo a rischio la stessa Agenda Digitale.

Tra le mille difficoltà date da questa crisi senza fine e dall’attacco del PDL allo stesso Passera, il 2012 è stato comunque un’anno decisamente dinamico per ciò che riguarda le opportunità per le start-up Internet e tecnologiche.
Tali opportunità non sono ancora finite visto che proprio domani, presso la sede di RCS a Milano, ci sarà l’evento dal titolo inequivocabile “metti le ali alle tue idee”. Durante questo appuntamento si parlerà di come trasformare le idee in imprese e verranno premiate alcune iniziative. Il tutto con la presenza di Massimo Ciciola e Vito Lomele, ex start-upper di successo nonchè fondatori di MusiXmatch e dell’aggregatore di offerte di lavoro Jobrapido, recentemente venduto al gruppo Inglese Evenbase. Oltre a loro ci sarà anche Riggero Frezza, dell’incubatore veneto M31 e Giuseppe Folonari dell’attivissima H-Farm.

Martedì 18 Dicembre ci sarà invece a Roma l’evento “Startuppiamo”, durante il quale nove start-upper avranno i classici 5 minuti di tempo per illustrare il loro “elevator pitch” ed interagire con il pubblico. Sempre Martedì, a Cesano Maderno, nel cuore della Brianza, sarà di scena “Start up your future”. Anche qui ci saranno 12 nuove aziende adeguatamente selezionate cui verrò dato spazio.
Tra esse ci sono sia aziende web based come “BeMyEye”, realtà diretta da Gian Luca Petrelli che permette agli utenti di effettuare reportage per conto di un committente andando a fotografare o verificare le condizioni di un oggetto specifico attraverso un’applicazione per iPhone. Aziende che operano nel settore dell’energia, come la Progeo, che disegna e costruisce collettori Solari. O la Laby di Michele Genghini, che invece progetta modelli di sviluppo urbano sostenibile.

Mercoledì 19 Dicembre ci sarà poi “Incontra il futuro“, organizzato ancora dall’incubatore M31. Durante questo evento ci sarà l’illustre presenza di Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera, il quale illustrerà un progetto editoriale dedicato alle imprese innovatrice che vedrà la luce all’interno dell’edizione Veneta.
La possibilità di illustrare le proprie idee ad una platea và molto di moda ed è indubbiamente un attività utile per start-upper in cerca di finanziamenti. Più succinte ed incisive sono le presentazioni e più possibilità di conquistano di andare avanti con fondi di seeding e di venture e con business angels. Così Giovedì 20 Dicembre a Milano, nel corso di “StartuppaMi” si potranno vecede all’opera una squadra di giovani imprenditori che potranno presentare le proprie “vision” in 3 minuti e approfondire con una sessione di sette domande/risposte.

Eventi interessanti che riscuotono molto interesse e che lasciano sperare in un futuro più dinamico. Resta un pò di amarezza per la piega che hanno preso gli eventi politici di questi giorni, giacchè una delle iniziative più positive e concrete realizzata dal Ministro Passera riguarda proprio lo sviluppo tecnologico del paese e la presa  di coscienza che esso parte proprio dalle idee dei giovani imprenditori. La speranza è quella che chiunque vada a governare il paese non metta in un angolo questi buoni e necessari propositi.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

wickedin lavoro