in

Eclissi di Luna 27 luglio 2018: perché sarà la più lunga del secolo

Eclissi di luna 27 luglio 2018: stasera tutti pronti con il naso all’insù per ammirare l’eclissi della “luna rosso sangue” più lunga del secolo. Lo spettacolo avrà inizio dalle ore 21 di venerdì 27 luglio all’1:30 di sabato 28. Saranno 103 lunghissimi minuti di pura bellezza, che in tanti immortaleranno con macchine fotografiche e smartphone. L’eclissi lunare si ha quando la Luna si trova nella fase di plenilunio mentre attraversa il cono d’ombra creato dalla Terra. La durata del fenomeno è legata al tempo impiegato dalla Luna a percorrere tutta la parte di spazio in ombra.

Leggi anche: Eclissi di luna 27 luglio 2018: luna rosso sangue, quando e per quanto sarà visibile

Luna eclissi Photo credits Pixabay

Eclissi totale di Luna più lunga del secolo, ecco perché

L’appuntamento di stasera è imperdibile. Potremo assistere all’eclissi totale di Luna più lunga del secolo: la fase di totalità – detta ‘di massimo oscuramento’ – durerà infatti 1 ora e 43 minuti (il massimo teorico possibile è di 1 ora e 47 minuti), e l’intero fenomeno, dall’inizio dell’oscuramento al ritorno del disco lunare alla sua luminosità completa, durerà invece quasi 4 ore. Nella notte tra il 27 e il 28 luglio il cielo diventerà rossastro per un’ora e 43 minuti. In Italia il fenomeno inizierà verso le 19:30 e durerà fino a oltre le 2:00 del 28 luglio. La fase più bella e spettacolare è quella di totalità, e si avrà attorno alle 22:20. Perché sarà così lunga? Dipende dalla distanza fra Terra e Luna, che questa notte sarà massima e pari a circa 406mila chilometri. Alle 21 la Luna entrerà nel cono d’ombra terrestre (il punto della propria orbita più distante da noi) e si muoverà più lentamente rispetto a quando si trova più vicina alla Terra; rimarrà completamente all’interno del cono d’ombra per 103 minuti, determinando l’oscuramento totale che durerà dalle 21:30 alle 23:13. Il picco si raggiungerà alle 22:22 circa.

Luna rosso sangue Eclissi – Photo credits Pixabay

Eclissi 27 luglio 2018: la Luna sarà rossa

A rendere oltremodo unico e particolare il fenomeno, il fatto che stasera durante l’eclissi la Luna sarà rossa. Tale colorazione rossastra è dovuta all‘assorbimento della luce solare da parte dell’atmosfera terrestrealla presenza di Marte nella stessa porzione di cielo. Poi, ancora, va evidenziato come le lunghezze d’onda più lunghe (del blu e del viola) si diffondano più di quelle più corte (rosso-arancio); le prime si “sparpagliano” in tutte le direzioni e determinano l’apparente colore blu del cielo, le seconde, invece, vengono riflesse dalla Terra alla superficie lunare, che viene illuminata da una luce che, avendo già attraversato l’atmosfera terrestre, appare dunque rossastra. L’eclissi lunare, diversamente da quella solare, può essere ammirata tranquillamente a occhio nudo poiché il bagliore della luna ha una luminosità molto meno intensa di quella del sole.

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi sabato 4 agosto 2018

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi venerdì 27 luglio 2018

Le verità nascoste anticipazioni nona puntata del 27 luglio 2018: cosa succederà nella soap-opera di Canale 5