in

Elena Ceste: la cugina è stata soffocata dal marito, stesso tragico destino per Roberta Perosino

Elena Ceste: a quattro anni dall’omicidio la stessa tragica sorte è toccata a sua cugina Roberta Perosino. La donna era stata ritrovata cadavere sul pavimento di casa; il marito aveva raccontato ai carabinieri che la donna era stata colta da infarto a causa per il forte spavento causato dall’aver sorpreso dei ladri in casa. Erano tutte menzogne. In realtà l’uomo, Arturo Moramarco, l’ha soffocata con un cuscino per poi inscenare una rapina. La verità è emersa solo pochi giorni da a seguito di accurate indagini. L’indagato è stato arrestato ed ha confessato il delitto.

michele buoninconti processo appello news

La vittima viveva a Govone, paese di origini dei signori Ceste, genitori di elena. Pochi km li separavano: Elena e Roberta unite dallo stesso tragico destino, morire ammazzate per mano dei loro mariti. Elena Ceste strangolata dal marito Michele Buoninconti, in carcere e di recente condannato anche dalla Cassazione a 30 anni di reclusione. Roberta Perosino, 54 anni, era dipendente dello stabilimento dolciario Ferrero di Alba, ed era stata trovata senza vita nella sua casa di Govone, in frazione Canove, la mattina del 26 giugno. Arturo Moramarco aveva dato l’allarme quando era rientrato in casa: “Mia moglie si è sentita male, forse ha sorpreso dei ladri” aveva detto agli inquirenti, che ora lo accusano di averla uccisa.

TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA SU URBANPOST, LEGGI QUI 

Le sue menzogne sono state smascherate: il corpo donna era stato rinvenuto in una posizione strana e non compatibile con quanto raccontato dal presunto assassino. Nessun infarto, la vittima – secondo quanto ricostruito dalla Scientifica e dal medico legale – sarebbe stata soffocata su superficie morbida e non vi sarebbe stato nessun tentativo di rapina. Ad inchiodare il marito di Roberta anche le telecamere di video sorveglianza, che hanno radicalmente smentito la sua versione dei fatti. Arturo Moramarco è affetto da ludopatia e negli ultimi tempi aveva speso 20mila euro alle slot; la moglie era esasperata da quella situazione ed era esasperata. Questo presumibilmente il motivo del dissidio tra la coppia, purtroppo finito in tragedia.

 

Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle, evento indimenticabile

La Lira crolla e Unicredit va giù in borsa: cosa sta succedendo in Turchia

La Lira crolla e Unicredit va giù in borsa: cosa sta succedendo in Turchia