in

Elezioni 2018, Lapo Elkann scende in campo: “Mi offro di aiutare l’Italia, le mie competenze a costo zero”

Lapo Elkann vorrebbe fare qualcosa per aiutare l’economia italiana e in vista delle elezioni 2018 sarebbe disposto anche a scendere in campo a titolo gratuito. Il rampollo Agnelli, dopo aver sconfitto la dipendenza, lo ha raccontato in un’intervista rilasciata a Vanity Fair. “Siamo il Paese, nel mondo, con più bellezze storiche e artistiche. L’Italia – anche se penalizzata dagli individualismi regionali e locali – non ha nulla da invidiare a nessuno”, ha spiegato Lapo Elkann che ha sottolineato come: “Tempo fa andai in Israele per proporre all’allora presidente Shimon Peres di fare una campagna di marketing per rilanciare il Paese. Sono ebreo, Israele mi sta molto a cuore; tuttavia mi rendo conto che spesso può risultare ostile al resto del mondo, nonostante sia uno dei luoghi più all’avanguardia del pianeta, pieno di grandi talenti. Oggi voglio provare ad aiutare l’Italia.”

Leggi anche: Elezioni Politiche 2018, tutto quello che c’è da sapere

Elezioni 2018, Lapo Elkann vuole aiutare il Paese: ecco come

L’obiettivo di Lapo Elkann è quello di: “Vendere” l’Italia, le sue qualità, le sue bellezze e specificità, nel mondo. Mi offro volontario, a disposizione di qualsiasi governo avremo da qui a un mese. Sogno di aiutare il mio Paese. E ancora, a Vanity Fair, il rampollo di casa Agnelli evidenzia: Non mi permetterei di dare consigli. Ma quello che mi auguro, come tutti gli italiani, è che chi andrà al governo governi, invece di parlare. Abbiamo sentito tantissime persone davanti a un microfono a raccontare tante belle storie, ma le storie sono per chi scrive romanzi o per i giornalisti come lei. Non per i politici. Io sono per la politica del fare. E fare vuol dire mettere le mani nella merda. Invece di passare tempo nei ristoranti o in tv, gli uomini al potere dovrebbero stare sul territorio e mettere in atto le storie che raccontano.”  E lo farà gratis: “A costo zero.”

Lapo Elkann spiega l’attività LAPS

Lapo Elkann spiega che questa decisione è nata dopo aver: “Creato LAPS, Libera Accademia Per Progetti Sperimentali, completamente rivolta all’Italia, che si dedicherà alla prima infanzia, dai 4 ai 14 anni. Ci occuperemo di problematiche come gli abusi, la dislessia, l’iperattività. Aiuteremo bambini “diversamente abili” a integrarsi a scuola. Ma ci concentreremo anche sul reinserimento nella società dei genitori che hanno problematiche legate alla tossicodipendenza, aiutandoli a riacquistare il diritto di occuparsi dei loro figli.”

Fonte Foto Diva e Donna

Elezioni 2018, portare il cellulare in cabina elettorale: quale sanzione si rischia?

scomparso ad aversa

Daniele scomparso ad Aversa: doveva prendere un treno per Napoli ma è sparito nel nulla