in

Elezioni 2018, Napolitano fa ‘arrabbiare’ Renzi e incorona Gentiloni: “Lui ideale per una stabilità politica”

Il presidente emerito Giorgio Napolitano durante la cerimonia all’Ispi, l’istituto di studi di politica internazionale, nella quale ha consegnato proprio all’attuale presidente del Consiglio il premio Ispi 2017, destinato a personalità che hanno contribuito a rafforzare l’immagine dell’Italia nel mondo, ha incoronato Paolo Gentiloni in vista delle elezioni 2018. “Paolo Gentiloni è divenuto punto essenziale di riferimento per il futuro prossimo e non solo nel breve termine, della governabilità e stabilità politica dell’Italia”. Così, dopo l’endorsement da parte dell’ex premier Romano Prodi, di Emma Bonino e Walter Veltroni, ieri il premier Gentiloni ha raccolto anche quello di Giorgio Napolitano.

Leggi anche: Come votare il 4 marzo 2018

Elezioni 2018, Napolitano elogia Gentiloni: “Ecco le sue qualità”

Nel suo intervento l’ex Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha messo in luce le qualità del premier uscente: “Un’attitudine all’ascolto e al dialogo e uno spirito di ricerca senza preclusioni da ministro degli Esteri e poi da presidente del Consiglio”. E ancora “la sua impronta di libertà e lo spirito di ricerca , senza preclusioni di sorta che hanno caratterizzato fin dall’inizio il suo impegno civile”. “La qualità della sua educazione famigliare e scolastica – ha aggiunto Napolitano – gli offre strumenti importanti anche per il suo futuro operare ai più alti livelli”.

Elezioni 2018, Gentiloni a capo di un Governo Tecnico?

Non è un mistero che il nome di Gentiloni circoli insistentemente come possibile nuovo presidente del Consiglio, soprattutto nell’eventualità in cui dalle urne non esca alcuna maggioranza. Il premier uscente potrebbe raccogliere attorno alla sua figura tutte le forze politiche disponibili a mettersi d’accordo pur di non tornare nuovamente alle urne. Le cosiddette “larghe intese” da sempre osteggiate dalla Lega di Salvini e da Fratelli d’Italia della Meloni. E a proposito di “larghe intese”, nella giornata di ieri anche Matteo Renzi ha escluso questa possibilità: “Berlusconi ha ragione a dire no a larghe intese con Pd, ma sbaglia a dire che noi non teniamo. Berlusconi sta facendo una campagna che neanche il mago Silvan…”

20enne uccisa a milano

Jessica uccisa a Milano: minacce a testimone che smentisce racconto moglie tranviere

caso meredith

Omicidio Meredith Rudy Guede revisione processo: Cassazione respinge ricorso dell’ivoriano