in

Elezioni 2018 news, Luigi Di Maio a Londra: “Lega nostra alleata? Smentisco, ecco il mio invito per il 4 marzo”

Luigi Di Maio, candidato Premier del Movimento 5 Stelle per le prossime elezioni politiche 2018 – in programma domenica 4 marzo -, nella giornata di ieri ha tenuto un incontro presso la City di Londra durante il quale ha rassicurato gli investitori. “Non siamo populisti, abbiamo un programma chiaro e la volontà di andare al governo.” ha dichiarato il candidato pentastellato.

Leggi anche: Elezioni 2018, tutte le news 

Luigi Di Maio a Londra: “Noi alleati con Lega? Smentisco”

Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters, citando una fonte anonima presente ai colloqui, il candidato premier M5S, ai suoi interlocutori, avrebbe “detto, che, se non avrà i seggi sufficienti per la maggioranza, vede la probabilità di un governo sostenuto da tutti i principali partiti, inclusi i 5 stelle”. Non solo. Per la stessa fonte Di Maio, in caso di stallo “prevede una maggioranza di governo a quattro costituita da M5s, Pd, Forza Italia e Lega”. Ma Luigi Di Maio ha subito smentito: “Ho detto quello che dico sempre, che farò un appello pubblico a tutti, non ci sarà alcun governo di larghe intese”.Campagna elettorale M5s programma

Luigi Di Maio a Londra: “Dopo il 4 marzo vogliamo stabilità”

“Ho detto quello che dico sempre, che farò un appello pubblico a tutti, non ci sarà alcun governo di larghe intese – ha specificato il candidato Premier del Movimento 5 Stelle – quanto riportato dall’agenzia Reuters non corrisponde al vero. Agli investitori internazionali incontrati oggi a Londra ho ribadito ciò che ho sempre detto: che il giorno dopo le elezioni, se non dovessimo avere la maggioranza dei seggi, farò un appello pubblico a tutte le forze politiche invitandole a convergere sui temi e sulla nostra squadra di governo, senza alcun tipo di alleanze, inciuci o scambi di poltrone di governo.” Per Di Maio l’obiettivo è raggiungere una stabilità dopo il 4 marzo.

Luigi Di Maio a Londra: le reazioni in Italia

Quando la notizia delle presunte dichiarazioni di Di Maio alla City arriva in Italia, le reazioni sono molteplici. Il Pd attacca a stretto giro. “Ho come l’impressione che Luigi Di Maio sia talmente confuso da diventare quasi comico. Prima dice che non faranno accordo, poi candida fuoriusciti degli altri partiti tra i 5 Stelle quindi si apre a una coalizione a 4”, è la replica del portavoce dei DEM Matteo Richetti che spegne, al di là della sua veridicità, l’ipotesi del “governissimo”. “Il Pd non farà più accordo con gli estremisti e i populisti”. E Salvini, invece, conferma la smentita di Di Maio: “Alleanza con il M5S? Escludo a prescindere…”

di maio candidato premier preferito

pamela mastropietro scomparsa

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi: chi è il fermato e cosa ha detto agli inquirenti

Elezioni 2018 news, lista centrodestra a rischio in Lombardia: in bilico anche la Brambilla