in

Elezioni 2018 news, Matteo Renzi: “Il Pd unico argine al populismo, no reddito di cittadinanza, sì reddito di inclusione”

Matteo Renzi non è favorito secondo i sondaggi elettorali, eppure l’ex Premier è convinto che il centrosinistra tornerà al Governo dopo il 4 marzo 2018: in occasione del Videoforum di Repubblica, il segretario dei DEM ha fatto il punto della situazione sulla campagna elettorale in vista delle elezioni politiche 2018. A partire dal raid razzista di Macerata e l’allarme razzismo lanciato da Berlusconi e Salvini.Matteo Renzi news

Elezioni 2018 news, Matteo Renzi: “Non sono i pistoleri a portare giustizia”

Matteo Renzi non ha dubbi: quanto accaduto a Macerata sabato mattina non può che essere un caso razzista. “Quello di Macerata è un atto razzista, ma non sono i pistoleri che possono portare giustizia.” La ricetta, secondo il leader dei Dem è: “L’assunzione per ogni anno di 10mila tra carabinieri e poliziotti è la risposta: buonsenso e non tagli alle forze dell’ordine.” E sulle politiche di immigrazione criticate da Silvio Berlusconi, Renzi pone l’accento: “Coi trattati di Dublino ogni Paese gestisce l’immigrazione da solo. Ma quegli accordi che ora Berlusconi contesta li ha firmati lui nel 2003. Il problema dev’essere europeo. Noi proponiamo di tagliare i fondi ai Paesi che non rispettano l’accoglienza.” Come risolvere l’allarme immigrazione? Per il leader del Partito Democratico: “Per bloccare le partenze bisogna fare investimenti in Africa e non la guerra come nel 2011. Serve più cooperazione internazionale. E servono buonsenso, prudenza, intelligenza, ragionevolezza. Mi fido di Minniti, non di Salvini.”Berlusconi a Non è l'arena

Elezioni 2018 news, Matteo Renzi: “Sì al reddito di inclusione, non a quello di cittadinanza”

Per Matteo Renzi l’unica salvezza per il Bel Paese è il Partito Democratico: “Oggi il PD è l’unico argine alla proposta populista. Siamo quelli che hanno riportato il Pil positivo e aumentato i posti di lavoro da 22mln a 23mln. Non fidatevi di chi alimenta il rancore o torneremmo il Paese dello spread alto.” E ancora, per il leader del Partito Democratico serve dire no al reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 Stelle poiché: “È lo strumento che ti invita a licenziarti. Il reddito di inclusione è la prima vera misura per il contrasto alla povertà. Esiste già, vogliamo estenderla. La misura shock del Partito democratico è la nostra concretezza.” Bocciata anche la misura della Flat Tax poiché, secondo Matteo Renzi, favorirebbe le richieste di “Un Robin Hood al contrario: Berlusconi e Grillo pagherebbero di meno, gli operai di più. Noi proponiamo una misura di sostegno universale al reddito per le famiglie con figli: 80 euro al mese per ogni figlio fino ai 18 anni.”

 

governo news oggi

Elezioni 2018 lista candidati impresentabili, Di Maio la pubblica sul blog M5S e attacca destra, sinistra e la stampa

Crina scomparsa a Ravenna da oltre dieci giorni: spunta l’ipotesi di un altro uomo nella sua vita