in

Elezioni 2018 news e il problema immigrazione: Salvini promette di chiudere i centri islamici, gli altri promettono “nuove regole”

Il problema immigrazione al centro dei programmi elettorali per le elezioni 2018 del prossimo 4 marzo. E ad avere il dente avvelenato è certamente il leader della Lega che promette: “Chiusura di tutti i centri culturali islamici.” Così Matteo Salvini con una nota diffusa dalla Lega umbra, che poi però viene corretta dall’ufficio stampa del segretario precisando che: “l’impegno, nel caso il suo partito vada al governo, è di mettere i sigilli solo ai luoghi illegali e soprattutto quelli che “alterano i principi fondamentali come legalità e trasparenza”.

Leggi anche: Tutte le news sul mondo della politica

Elezioni 2018 news e il problema immigrazione: Tajani bacchetta Salvini

Eppure, Matteo Salvini deve fare i conti con chi non la pensa come lui, anche all’interno dello stesso centrodestra. A gettare acqua sul fuoco delle parole del leader leghista è il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani che invita a non strumentalizzare: “Salvini ha espresso una posizione non contraria all’Europa – dice – è critico nei confronti di quella attuale, la sua e’ una posizione legittima”. Toni duri da parte del leader del Carroccio che nella giornata di ieri, a Strasburgo, aveva puntato il dito contro i “finti profughi” che arrivano in Italia e che “non scappano dalla guerra ma che portano la guerra stessa dentro casa nostra”.

Leggi anche: Berlusconi propone una rivoluzione per l’imprenditoriaMatrix Matteo Salvini

Il centrodestra e il problema dell’immigrazione incontrollata

Il centrodestra, invece, si ritrova compatta a puntare il dito contro “l’immigrazione incontrollata” di cui “la sinistra è colpevole”. Silvio Berlusconi definisce la presenza di 600mila migranti “una bomba sociale” mentre la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è convinta che l'”unica soluzione è quella di governare i flussi migratori ed è evidente che con l’aumento dell’immigrazione siano aumentati anche i reati”.Lista candidati impresentabili centrodestra e centrosinistra

La posizione del Movimento 5 Stelle sull’immigrazione

Duro anche il Movimento 5Stelle che con il suo candidato premier Luigi Di Maio chiama in causa l’Europa: “Non può pensare che l’Italia sia un grande campo profughi”, avvisa il vice presidente della Camera che chiede un coinvolgimento dei Paesi dell’Est “che accedono ai fondi europei e che quindi non possono non accettare i ricollocamenti”.

Leggi anche: Candidato Pd indagato in Puglia

La posizione del centrosinistra sull’immigrazione

Anche il centrosinistra vuole affrontare il problema dell’immigrazione: “Rappresenti un tema complicato” è la convinzione del segretario del Pd Matteo Renzi. Il leader Dem mette le mani avanti all’idea di un governo di larghe intese con Forza Italia ma invita Berlusconi a collaborare per modificare il trattato di Dublino: “L’immigrazione è esplosa dopo quell’accordo firmato da Berlusconi. Cambiamolo insieme senza polemiche”. A smentire il centrodestra sulla possibilità di effettuare i rimpatri è invece Emma Bonino che bolla la promessa di Lega-Fdi-Fi come “bufala da campagna elettorale. La situazione migratoria – spiega la leader di +Europa – è retta in Italia da una legge che si chiama Bossi-Fini e che ha impedito l’ingresso regolare di chiunque”.

Sanremo 2018 ascolti prima serata 6 febbraio 2018: Baglioni meglio di Conti

omicidio gianna del gaudio news pomeriggio 5

Omicidio Gianna Del Gaudio indagini concluse: Antonio Tizzani sarà processato?