in

Elezioni 2018, Renzi a Radio Capital: “Di Maio capo degli impresentabili, ha ragione Berlusconi”

Matteo Renzi è intervenuto questa mattina a Radio Capital per fare il punto della situazione sulla campagna elettorale del Partito Democratico in vista delle elezioni 2018 in programma il prossimo 4 marzo. Per il leader dei Dem non ci sono dubbi: “No alle larghe intese con Forza Italia e porte chiuse ai fuoriusciti del M5s perché per noi lapartita è ancora totalmente aperta“. E l’obiettivo non cambia: “Vogliamo essere primo partito e primo gruppo parlamentare”. Il caso Campania è stato “strumentalizzato da Di Maio, fresco dello scandalo su rimborsopoli”. E di D’Alema dice apertamente: “Ha tentato di distruggere il Pd dall’interno, ora lo fa dall’esterno”.

Leggi anche: Come votare il 4 marzo in vista delle elezioni politiche 2018

Elezioni 2018, Renzi: “Berlusconi ha ragione, ecco perché”

“Silvio Berlusconi in questa fase ha ragione quando dice che è inutile pensare a larghe intese con il Pdafferma Renzi rispondendo a Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto su Radio CapitalMa Berlusconi ha torto quando pensa che il Pd non tiene. Sta facendo una campagna elettorale che nemmeno il mago Silvan: presenta cose o che non è riuscito a fare in passato o che abbiamo già fatto noi, come la rottamazione delle cartelle esattoriali o lo sblocco dei contratti pubblici”. Poi bacchetta il Movimento 5 Stelle: “Agli impresentabili dei cinquestelle Berlusconi fa un’offerta che non possono rifiutare. È un’offerta quasi commerciale. Nemmeno fosse alla Standa. Dice: ‘venite con noi che almeno avrete la legislatura piena’. Questo dovrebbe far riflettere gli elettori”. E ribadisce con fermezza che il Pd non ospiterà gli ex M5s.Matteo Renzi news

Elezioni 2018, Renzi: “Nessuna concorrenza con Gentiloni, ecco cosa rispondo a D’Alema”

Renzi non si sbilancia sull’ipotesi di un Gentiloni bis, ma respinge ogni antagonismo con l’attuale premier: “Siamo una squadra e siamo tutti in campo. Fate pubblicità comparativa, fate tre foto di gruppo. Da un lato c’è l’o spread team guidato da Berlusconi ma a trazione leghista, dall’altro c’è il M5s che dove governa fa quel che è accaduto a Roma ed è il partito degli impresentabili e degli ex onesti. Il Pd è la squadra più forte e Gentiloni ha fatto molto bene il presidente del Consiglio”. E su D’Alema, il leader dei DEM non ha dubbi: “Che D’Alema abbia una relazione complicata con tutti i leader di centrosinistra è una cosa notaafferma l’ex premierDal giorno dopo le Europee, dal 40,8%, D’Alema ha cercato di distruggere dall’interno l’esperienza del Pd. E oggi lo fa dall’esterno”.

Berlusconi elezioni politiche 2018

Elezioni 2018, Berlusconi apre al M5S: “Con noi al Governo possono firmare il nostro programma”

Roma, atto di vandalismo sulla lapide che ricorda Aldo Moro: “A morte le guardie”