in

Elezioni 2018 risultati, Berlusconi stuzzica Salvini: “Io resto il regista del centrodestra”

Dopo le elezioni 2018 e i suoi risultati, Silvio Berlusconi torna a prender parola e lo fa con una lunga intervista al Corriere della Sera. Il leader azzurro ha ringraziato gli elettori di Forza Italia, confermando  che resterà al timone del partito: “Il centrodestra è la prima formazione politica e questo deve essere determinante per ricevere l’incarico di formare il governo”, ragiona Silvio Berlusconi nel suo primo messaggio pubblico dopo il voto con il quale vuole anche rassicurare gli elettori e pure il Quirinale in merito alla solidità del patto con Matteo Salvini e Giorgia Meloni. La decisione è stata presa: Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia hanno vinto insieme ed insieme resteranno anche per salire al Quirinale.

Leggi anche: Di Maio scrive a La Repubblica

Elezioni 2018, Berlusconi riconosce Salvini: “Ma ha vinto anche grazie a me”

Al Corriere della Sera, Silvio Berlusconi specifica: “La Lega ha ottenuto un forte successo e ne sono felice, perché questo — insieme al risultato di Forza Italia — è stato determinante per portare la coalizione ad essere la prima formazione in Parlamento e nel Paese. Ora, nel rispetto pieno dei nostri accordi, sosterremo lealmente il tentativo di Salvini di creare un governo. Sono convinto che riuscirà: io da parte mia come leader di FI sono in campo per sostenerlo, per garantire la compattezza della coalizione e per mantenere i nostri impegni con gli elettori.” I punti persi da Fi rispetto al passato hanno una ragione chiara, secondo la visione di Silvio Berlusconi: “Nonostante il grande svantaggio causato dalla mia incandidabilità, resta comunque determinante. Il risultato sarebbe stato assai diverso se non mi avessero impedito di concorre come candidato a pieno titolo” si rammarica Berlusconi.

Elezioni 2018, Berlusconi critica il Pd e spinge per il centrodestra al Governo

“Credo che il Pd debba in fretta ritrovare un’identità e un ruolo: una democrazia ha bisogno di un partito di sinistra moderno e democratico. D’altronde la sua crisi riflette quella delle sinistre in tutt’Europa, prive di idee per il 21° secolo. È un tema che va ben al di là del ruolo di Renzi, sulla cui posizione non tocca a me dare giudizi.” Lo ha detto Berlusconi al Corriere della Sera. E il leader azzurro ha poi specificato: “Qualunque cosa è preferibile ad uno stallo prolungato o a soluzioni pasticciate. Però credo ci siano i margini per una soluzione coerente con il mandato che gli italiani hanno affidato al centrodestra.”

Elezioni 2018 risultati, Luigi Di Maio scrive una lettera a Repubblica e intanto Scalfari lo ‘battezza’: “Politico intelligente”

Chi è Toni Iwobi, il primo senatore di colore italiano eletto con la Lega e ‘bacchettato’ da Balotelli