in

Elezioni 2018, Rosato (PD): “Rassicuro Calenda: non faremo un governo col M5S”

«Apprezzo che Calenda si sia iscritto quando il Pd ha perso, lo rassicuro: non faremo un governo col M5S». Così Ettore Rosato (PD) intervenendo ai microfoni di Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano, ha ribadito quanto già affermato da Matteo Renzi ieri: non ci sarà alcuna alleanza tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle per alcun governo. Sulla sconfitta del PD alle elezioni, Rosato ha detto «Non sono arrabbiato, sono dispiaciuto. Gli italiani scelgono, il voto è democratico, guai metterlo in discussione. Noi pensiamo di aver fatto le cose bene, ma l’elettorato è stato chiarissimo e noi dobbiamo prenderne atto. Gli errori non sono degli italiani, sono nostri che evidentemente non siamo riusciti a spiegare, a raccontare»

chi è ettore rosato nuovo ministro della pubblica istruzione

«C’è qualcuno che farà meglio di noi? Bene, ne siamo felici – aggiunge Rosato – Troveranno un’opposizione seria, non faremo la gazzarra che hanno fatto loro con noi, non saliremo sui banchi e non occuperemo il Parlamento. Nel nostro programma siamo stati rigorosi, invece la lettera di Di Maio è una lettera dei desideri, che è facilissima da compilare, siamo capaci tutti a farla. E’ come la lista delle buche sulle strade di Roma, che hanno fatto i giornali, ma nessuno le va a riempire queste buche. Adesso bisogna governare il Paese».

Leggi anche: Dopo il voto: M5S sfonda tra i giovani

Sull’iscrizione di Calenda al Pd e l’ipotesi dell’appoggio a un governo M5S. «Apprezzo molto Calenda e sono contento della sua iscrizione al PD – ha dichiarato Rosato – E’ un uomo pragmatico, intelligente e preparato anche se spesso ci siamo scontrati. Calenda segretario? Mi sembra una forzatura, lo ha smentito anche lui. Apprezzo il fatto che si sia iscritto quando abbiamo perso, molti fanno il contrario. Lo rassicuro su un punto: governi con i 5 stelle non ne facciamo. Ovviamente lunedì in direzione si parlerà anche di questo, si parlerà della linea politica che dobbiamo assumere. Sono veramente pochissimi quelli che vogliono fare il governo con il M5S. Scalfari ha detto che il M5S sta diventando di sinistra? Io ricordo il loro mancato sostegno sullo ius soli, sulle unioni civili, le posizioni sui vaccini. E’ un partito che non ha mai scelto, che non sa decidere e che vuole che le responsabilità se ne assumano gli altri. Facciano una diretta streaming con Salvini e provino a costruire insieme un governo dato che utilizzano gli stessi toni e gli stessi argomenti».

Su Renzi. «Renzi ha fatto la storia del Pd nel bene e nel male in questi anni – ha affermato Rosato  – Se noi abbiamo avuto tanti successi lo dobbiamo a Renzi, che con il suo governo ha cambiato il Paese radicalmente pur non essendo stato capace di costruire un consenso. Un leader si riconosce anche per la capacità di fare un passo indietro, lui l’ha fatto dopo questa sconfitta. La sconfitta non può essere attribuita solo a Renzi. In Europa tutti i partiti di sinistra sono crollati, noi abbiamo tenuto rispetto a loro».

Sulla legge elettorale e il paradosso in Sicilia: più seggi che candidati. «Quello che è accaduto in Sicilia era previsto nella legge e non c’è nulla di anomalo. L’ingovernabilità del Paese viene data dal fatto che ci sono tre poli e dalle sentenze, sempre da rispettare, della Consulta che ha bocciato il premio di maggioranza del Porcellum e dell’Italicum. Se fosse passata la proposta del M5S loro avrebbero avuto meno seggi».

BARI DONNA STRANGOLATA

Caserta madre e figlio trovati senza via in casa: erano morti da tre giorni

san leucio ragazzo trovato morto in un pozzo

Caserta: 28enne scomparso trovato morto in un pozzo a San Leucio