in

Elezioni 2018, Silvio Berlusconi non ha dubbi e legge i sondaggi elettorali: “Abbiamo vinto per due motivi: ecco quali”

Per Silvio Berlusconi non ci sono dubbi. Le prossime elezioni politiche 2018, in programma giorno 4 marzo, avranno un esito felice per il centrodestra con Giorgia Meloni, Matteo Salvini e, appunto, il Cavaliere in testa: l’ottenimento della maggioranza. Questa convinzione arriva anche dagli ultimi sondaggi elettorali che vedono il centrodestra in continua crescita a discapito degli avversari politici: per esempio, come si può notare, il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle da gennaio a oggi non hanno mai incrementato le loro preferenze mentre il centrodestra si è portato, con una coalizione, a ottenere quasi il 40%. E a La7, Silvio Berlusconi svela: “Per noi questa è una vittoria per due motivi.”

Leggi anche: Le ultime notizie sulle elezioni politiche 2018

Elezioni 2018, Silvio Berlusconi: “Il mio obiettivo iniziale era bloccare il M5S e ci sono riuscito”

“Noi del centrodestra abbiamo già vinto: i sondaggi lo dicono. E sento che sono veri dalla vicinanza e dalla simpatia degli italiani, tutti vogliono farsi i selfie con me. Non li ho sentiti mai così vicini e riguardosi nei miei confronti”. Sono le parole di Silvio Berlusconi, ospite di Tagadà, su La7. Il Cavaliere, inoltre, aggiunge come il suo obiettivo primario di campagna elettorale fosse quello di bloccare e arginare il Movimento 5 Stelle: “La mia prospettiva di campagna elettorale all’inizio è stata quella di superare e di bloccare il M5S. E ci sono riuscito, perché i 5 Stelle sono fermi al 27% e mai più in questi 15 giorni possono arrivare al 40%. Noi invece l’abbiamo già raggiunto e in 15 giorni non può cambiare niente”.


Elezioni 2018, Silvio Berlusconi elogia Calenda, Draghi e Gentiloni

Elezioni 2018, Silvio Berlusconi elogia a Tagadà su La7 Calenda, Draghi e Gentiloni. Il Cavaliere, spiega come lui creda che: “Tutti e tre possano avere un ruolo come professionisti in un’azienda. Gentiloni è persona avveduta e gentile, Calenda è capace e Mario Draghi potrebbe applicarsi a qualsiasi cosa, perché è un fuoriclasse.” Infine, una piccola gaffe sul nome del presidente del Consiglio che sarà sicuramente: “Un uomo con un patto ‘de cuius’.” Ma de cuius, in latino, significa persona defunta…

Elezioni 2018, candidati M5s iscritti a loggia massonica: espulsi, ecco chi sono

salvini attacca renzi pensioni

Elezioni 2018, Matteo Salvini provoca Renzi: “Dopo il 4 marzo si cerchi un lavoro”