in ,

Elezioni regionali Abruzzo 2014 risultati in tempo reale

Il governatore uscente Gianni Chiodi  ammette la sconfitta: “Battuti dal trend nazionale e dal non essere riusciti a far capire i risultati raggiunti”. Luciano D’Alfonso vince con il 48,1%, distanziando di oltre venti punti percentuale il govenatore uscente di centrodestra Gianni Chiodi. Il Partito Democratico conquista, dunque, in maniera inequivocabile anche le Regione Abruzzo.

Aggiornamento delle 21.55. Dati ufficiali, 1258 sezioni su 1642: D’Alfonso al 47%
Ecco gli ultimi dati affluiti sui candidati alla presidenza della Regione Abruzzo:
D’Alfonso (216.205) 47,04%  (PD)
Chiodi (136.990) 29,8% (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
Marcozzi (93.109) 20,26% (Movimento 5 Stelle)
Acerbo (13.335) 2,9% (Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

Aggiornamento delle 20.45. Dati ufficiali, 1037 sezioni su 1642: D’Alfonso sfiora il 48% . Il candidato del Partito Democratico ha dichiarato di avere ricevuto una telefonata dal suo diretto competitore, Gianni Chiodi, che si congratulava per il profilarsi della sua affermazione alla presidenza della Regione Abruzzo.
Ecco la situazione dei candidati
D’Alfonso (165.365) 47,95% (PD)
Chiodi (101.482) 29,43% (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
Marcozzi (67.305) 19,52% (Movimento 5 Stelle)
Acerbo (10.708) 3,1% (Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

Luciano D'Alfonso candidato PD in Abruzzo
Aggiornamento delle 20.00. La situazione a metà scrutinio è che il candidato del Pd D’Alfonso ha 19 punti su Chiodi sostenuto dalla coalizione di centrodestra. Scrutinate 856 sezioni su 1642,
D’Alfonso (130.859) 48,32% (PD)
Chiodi (79.566) 29,38%  (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
Marcozzi (51.483) 19,01%  (Movimento 5 Stelle)
Acerbo (8.906) 3,29% (Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

Aggiornameto delle 19.00 Dati ufficiali, 599 sezioni su 1642
Ecco la situazione dei candidati presidenti alla Regione Abruzzo:
– D’Alfonso (83.423) 49,5% (PD)
– Chiodi (48.323) 28,67% (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
– Marcozzi (31.332) 18,59%  (Movimento 5 Stelle)
 Acerbo (5.442) 3,23%  ( Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

Aggiornamento delle 17.56 Ecco le percentuali dopo lo scrutinio di 216 sezioni su 1.642:
D’Alfonso (8618) 49,53% (PD)
Chiodi (5552) 30,96% (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
Marcozzi (2489) 17,04%  (Movimento 5 Stelle)
Acerbo (444) 2,47% ( Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

Aggiornamento delle 17.36 Dati ufficiali, 105 sezioni su 1642. D’Alfonso (PD) al 50%
Dall’ufficio regionale cominciano ad arrivare i primi dati, ma il sistama informatico della Regione appare in grande difficoltà. In seguito allo scrutinio di 105 sezioni su 1.642
 D’Alfonso (8618) 50.4% (Pd)
– Chiodi (5552) 32,4% (Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia-An e Abruzzo Futuro)
– Marcozzi (2489) 14,5% (Movimento 5 Stelle)
– Acerbo (444) 2,7% ( Rifondazione Comunista- Libertà e partecipazione)

C’è grande attesa per i risultati delle elezioni europee in Abruzzo. Nella regione, i risultati del voto europeo hanno registrato un distacco tra PD e Movimento 5 Stelle molto più esiguo che in altre regioni: 32,38% contro il 29,7, Forza Italia al 18,69. L’Abruzzo ha regalato al Movimento grillino il risultato migliore nel Paese. I pentastellati sono il primo partito a Montesilvano dove si vota per le amministrative e a Silvi, mentre a Pescara la distanza è di soli tre punti percentuale Pd 32,65%, M5S 29,73%.

Elezioni regionali urna

Per le elezioni regionali il centrosinistra parte favorito nei sondaggi con Luciano D’Alfonso, ma la coalizione di centrodestra, in questa Regione, è unita a sostegno del candidato Gianni Chiodi e  parte da una posizione migliore che nel resto d’Italia.

I dati ufficiali del Ministero dell’Interno tardano ad arrivare, a due ore dall’inizio dello spoglio, il sito della Regione è in tilt. La Regione ha avuto in appalto il servizio di raccolta dati, ma il sistema appare in gravissima difficoltà a differenza della Regione Piemonte, altra regione in cui si è votato, che ha dato l’appalto ad una ditta estrerna e senza problemi sta fornendo i dati.

 

 

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Ciriaco De Mita sindaco di Nusco a 86 anni: immarcescibile

Sei single? Hai maggior rischio di patologie cardiache