di Gianluca Capiraso

Elezioni, Sarà una Corsa a Cinque


 

Cambia lo scenario politico italiano: alle prossime Politiche, Partito Democratico e PDL dovranno vedersela con il Movimento 5 Stelle di Grillo, il terzo polo di Casini-Fini (e Monti?) ed anche con un Quarto Polo, quello del movimento arancione. Ne vedremo delle belle…

LIste candidati PD alla Camera

Quante novità racchiuse nel giro di pochi mesi. O meglio settimane. Dal Mario Monti dimissionario in procinto di entrare ufficialmente in politica al lancio di un quarto polo a sinistra del Partito Democratico. Quante cose sono cambiate rispetto alle scorse elezioni Politiche, quando PDL e PD se la cantavano da soli.

E pensare che fino ad un paio di mesi fa, quando il boom di Grillo non si era ancora materializzato alle elezioni siciliane, i protagonisti della prossima tornata elettorale sarebbero dovuti essere ancora loro, Partito Democratico e Popolo della Libertà, con l’incognita del Terzo Polo. Casini e Fini, però, giocando come al solito di sponda, insieme non avrebbero raggiunto neanche il 10%: ecco perché non potevano considerarsi dei potenziali vincitori, al massimo degli utili alleati da coltivare.

Poi, però, la clamorosa uscita del PDL che di fatto ha portato alla fine del Governo Monti, ha rimescolato le carte in tavola. Casini e Fini non aspettavano altro: dopo averlo tirato per la giacchetta negli ultimi mesi, ora vedono concretamente la possibilità di un Mario Monti in politico, a capo della stessa componente di centro. Quel terzo polo che solo con una figura come l’attuale Presidente del Consiglio avrebbe qualche chance di mettere in discussione la vittoria del Partito Democratico di Bersani. Che, intanto, deve guardarsi anche a sinistra, dove è comparso un altro soggetto politico: il Quarto Polo.

Espressione del movimento arancione, sostenuto da numerosi intellettuali ed amministratori di sinistra (con il sindaco di Napoli, De Magistris, in prima linea), rischia di togliere voti preziosi al PD, puntando sugli elettori vicini a Vendola, comunisti nostalgici, società civile, etc.

E chissà che anche stavolta, con la vittoria praticamente in tasca, il Partito Democratico non debba sudare le proverbiali sette camicie per tornare alla guida del Governo…

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...