di Andrea Monaci

L’America ha scelto Obama


 

Barack Obama sarà ancora Presidente degli Stati Uniti d’America per altri 4 anni. Al momento il Presidente uscente ha già acquisito 303 grandi elettori, ben oltre i 270 necessari alla rielezione. Lo sfidante repubblicano Mitt Romney è fermo a 206 grandi elettori, mentre sono ancora 29 quelli da assegnare.

Presidenziali Usa Risultati in Diretta

Elezioni Usa RisultatoLasciate perdere tutte le dirette tv, radio: quelle servono per i commenti. Per conoscere in tempo reale i risultati delle Elezioni Presidenziali Usa 2012, contendenti alla Casa Bianca Barack Obama e Mitt Ronney, basta la mappa del Washington Post.

Come leggere la carta. Al momento la mappa interattiva mostra gli stati “consolidati”, cioè stabilmente in mano ai due contendenti alla carica di Presidente Usa, in tonalità più cariche, blu per Obama, rosso per Romney. Più sfumati gli stati quasi assegnati all’uno o l’altro candidato (in rosa quelli in via di acquisizione da parte dello sfidante repubblicano, in azzurro chiaro quelli del presidente democratico in carica). Infine in giallo ci sono gli stati incerti, quelli su cui stanotte ci sarà la battaglia fino all’ultimo voto.

La situazione. In tutto servono 270 grandi elettori per guadagnare la Casa Bianca: al momento Obama ne ha sulla carta sicuri 186, mentre Romney si ferma a 170. A più tardi per gli aggiornamenti.

>Il nostro live blogging<
Impazza la diretta su Twitter, le elezioni presidenziali scatenano gli utenti americani. E in Italia? La sfida Obama-Romney non è nemmeno entrata nella classifica delle tendenze.
Però ci sono tutte le firme più importanti del nostro giornalismo, ecco cosa scrive Gianni Riotta che sta seguendo le elezioni in diretta negli Usa:

E poi c’è lo “storify” di Usa 2012 realizzato da Claudia Vago (@tigella) per l’HuffPost

23:12 – I primi – parzialissimi – risultati dal New Hampshire: Obama 65,1%, Romney  32,6%.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...