in ,

Emiliano Mondonico è morto: lutto nel mondo del calcio per il grande allenatore

Emiliano Mondonico è morto. L’amatissimo allenatore si è spento all’alba di giovedì 29 marzo a Milano. Settantun’anni compiuti lo scorso 9 marzo, Mondonico resterà nel cuore degli italiani sia come giocatore che come grande mister. Proprio con la casacca di allenatore, infatti, ha portato cinque squadre ad ottenere la promozioni in serie A ovvero: la Cremonese, l’ Atalanta, il Torino e la Fiorentina. Nel 87/88, con l’Atalanta, Mondonico vinse anche la Coppa delle Coppe. Negli anni ’90 condusse il Torino fino alla finale di Coppa UEFA.

Dove vedere Juventus Torino

Emiliano Mondonico è morto: un allenatore non comune

Vero e proprio allenatore di altri tempi, quando rispondeva alle domande dei giornalisti Mondonico lasciava trasparire tutta la sua passione per il mondo del calcio e tutta la sua ‘fame’ di vittoria. All’Eco di Bergamo aveva ad esempio detto: “Ho idealmente indossato le maglie delle squadre che ho allenato facendole diventare una seconda pelle. Qualche anno fa, al primo insorgere del male, mi sono fatto da parte spontaneamente, dicendo no anche a qualcuno che mi aveva cercato: avendo la testa anche su questo problema, non avrei potuto pensare totalmente al lavoro. E un allenatore al 70-80 per cento non può essere un buon allenatore“.

atalanta news

Emiliano Mondonico è morto: la lunga battaglia

Da sette anni lottava contro un tumore, quel male che gli aveva impedito di svolgere il suo lavoro. “Ci sono trenta possibilità su cento che la Bestia ritorni“, aveva detto, ma non aveva mai perso la grinta e la voglia di combattere nonostante l’asportazione di una massa tumorale di sei chili, di un rene, di un pezzo di intestino, perché. “Il calcio mi dà la forza di per continuare la sfida“.

 

insegnante aggredito a roma

Alessandria: insegnante legata, presa a calci e filmata dagli alunni

MILANO SCHELETRO UMANO

Porto Recanati ossa umane in un pozzo: appartengono a più persone, scavi in corso