in

Episodi di razzismo in Italia: è scattata la caccia ‘al diverso’, ma per Di Maio non è un “problema”

Episodi di razzismo e violenza dilagante in Italia. L’estate 2018 la ricorderemo per i tanti atti di ‘offesa’ nei confronti di persone dal colore della pelle diversa. Ultimo episodio, in ordine cronologico, l’aggressione all’atleta della nazionale italiana di atletica aggredita sotto casa a Moncalieri. Eppure, ci sono anche altri episodi, anche di razzismo senza ‘violenza fisica’. Come a Catania dove tre donne, munite di biglietto, sono state lasciate a piedi perché “di colore”. E annunciano un sit-in antirazzismo questa sera, lunedì 30 luglio 2018, a Catania.  Quattro africani si presentano davanti al mezzo per partire, tre donne e un uomo. Quest’ultimo con i biglietti sale a bordo; le sue compagne di viaggio, invece, restano a terra, non riuscendo neanche a caricare i bagagli. Il bus parte nonostante qualcuno tenti di fermarlo.

Leggi anche: Tutte le news con UrbanPost

Eccellenza Vigor Trani

Episodio di razzismo a Catania

A raccontare la scena diversi testimoni oculari rintracciati dal sito di informazione locale MeridioNews. I quattro africani sarebbero arrivati al terminal per prendere la corsa delle 9 per Taormina. L’uomo va a fare i biglietti, mentre le donne chiedono di salire, ma per farlo l’autista risponde che devono aspettare i titoli di viaggio. I ticket arrivano ma a bordo riesce a salire solo l’uomo. Le tre tentano di caricare i bagagli nella pancia del bus, ma lo sportello si chiude e quando provano a salire, l’autista chiude anche la porta. Inutili le proteste, il conducente mette in moto e non si ferma. Diversi presenti provano a bloccarlo, invano. E contro di lui piovono accuse di razzismo. “Sono rimasta allibita – ha riferito a MeridioNews Franca Scardilli. – Sono disposta a raccontare alle forze dell’ordine tutto quello che ho visto. Non so se l’autobus fosse pieno oppure no, ma ho visto come sono state chiuse le porte in faccia a queste ragazze, solo perché erano di colore”.

Episodi razzismo in Italia, per Di Maio nessun allarme

“Non credo ci sia un allarme razzismo”. Così il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, sottolineando che “si sta usando questo argomento perché chi è di sinistra e non lo è più lo usa per accusare Matteo Salvini di essere di estrema destra”. “Ci sono delle forze politiche che attaccano Salvini “considerandolo di estrema destra” ma queste categorie, destra e sinistra, sarebbero invece superate. Queste forze politiche, ha concluso, “continuano nel patto del Nazareno che servì allora per mettere insieme” Renzi e Berlusconi. “Non credo ci sia un problema di razzismo in Italia”, ribadisce Di Maio.

Assunzioni poste 2018

Assunzioni Poste Italiane luglio 2018: offerte di lavoro per postini, ecco come candidarsi, requisiti e info utili (GUIDA COMPLETA)

Diabete invalidità 2018

Diabete invalidità 2018: come ottenerla, requisiti e documentazione utile (GUIDA COMPLETA)