di M.B. Michela in

Equitalia, imprenditore si toglie la vita: aveva ricevuto cartella di 20mila euro


 

Equitalia, imprenditore fiorentino si toglie la vita: aveva ricevuto cartella di 20mila euro. Nel suo ufficio una lettera alla famiglia

Equitalia condono 2017, modulistica e scadenze

Ieri mattina 29 dicembre il titolare di una piccola azienda della provincia di Firenze si è tolto la vita all’interno della sua azienda. L’imprenditore aveva 66 anni e, stando alle indiscrezioni, avrebbe deciso di togliersi la vita in preda alla disperazione, dopo avere ricevuto da Equitalia una cartella esattoriale di 20 mila euro. 

L’uomo si è impiccato, a ritrovarlo esanime, ieri mattina intorno alle 10:30, il suo socio. Schiacciato da un debito tanto forte e, pare, già afflitto da problemi familiari e di natura economica, non ha retto a tanta angoscia ed ha deciso di porre fine alla sua vita nel suo ufficio.

Quando i carabinieri sono giunti sul posto, durante gli accertamenti hanno rinvenuto una lettera lasciata dall’imprenditore ai familiari: l’uomo in poche righe chiedeva scusa alla moglie e ai figli, senza tuttavia fare riferimento al suo debito. Sentiti dagli inquirenti, i parenti del 66enne hanno riferito che l’uomo soffriva di depressione e proprio in questi giorni si sarebbe dovuto presentare presso gli uffici di Equitalia, proprio per discutere alcune insolvenze. Il magistrato ha disposto l’autopsia sul suo cadavere.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook