in

Fabio Fazio raddoppia, dopo Rai 3 anche Rai 1

Il Festival di Sanremo targato Fazio è un successo ed è legittimo che il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone voglia portare nella rete ammiraglia il conduttore di “Che tempo che fa”. Per ora se ne parla in un possibile Sanremo 2014, senza togliere il conduttore ligure alla sua rete natale Rai 3, tanto che c’è stata una discussione a colpi di tweet tra il direttore della rete ammiraglia Giancarlo Leone e il direttore della terza rete Andrea Vianello.

Insomma “l’ancora” conduttore di Agorà ci scherza proponendo di portare la kermesse sulla terza rete, ma a parte le battute i direttori di rete puntano molto sul gioco di squadra, Leone l’aveva tweetato tempo fa dopo che lui e i direttori delle due reti cadette, infatti durante le pause del Festival erano presenti i promo di “The Voice of Italy” e “Tutto Dante”, due eventi che saranno trasmessi da Rai2.

Fabio Fazio

Ma tornando a Fabio Fazio lui ha ricordato che:

“in Rai ci sto dall’85, faccio parte della mobilia, ma per 13 anni non ho messo piede su Raiuno: io di progetti ne avrei anche avuti da sottoporre, ma nessuno me li ha mai chiesti: il problema ora non c’è più”.

In pratica dal 2000, anno in cui ha fatto il suo secondo Festival, non è più tornato all’ammiraglia arroccandosi prima a Rai 2 con “Quelli che il calcio” e dal 2003 tornando dopo un anno sabbatico forzato su Ra 3 con “Che tempo che fa”, il conduttore ha smentito la possibilità di un trasferimento del suo talk show su Rai 1 ma di poterci tornare con dei nuovi progetti.

Nella Rai dei tecnici sembra che la parola d’ordine sia “gioco di squadra” e tra le tre reti generaliste e pare che le barriere architettoniche tra queste siano cadute e come nel caso di Fabio Fazio si può lavorare a Rai1 senza rinunciare a Rai3. D’altronde è avvenuto in passato con Simona Ventura che lavorava sia a Rai 2 che a Rai 1 anche se lei ha collezionato una serie di flop nella rete ammiraglia. Oppure quando l’ex direttore di Rai 2, Pasquale D’Alessandro, voleva portare nella sua rete Serena Dandini e si augurava che in azienda si evitasse la presenza di recinzioni, che in un’azienda come la Rai sono più di tipo politico.

 

Written by Tommaso Tiepolo

Nato a Mirano (VE), classe 1993.

Blogger, studente, atleta, fotografo e sbandieratore. Appassionato di televisione, un piccolo curriculum che va da: analista del programma RAI Tv Talk, stagista a Rete Veneta come montatore e cineoperatore, autore per il sito Fanpage e adesso blogger per Urban Post.

Ogni tanto bazzica per Rai2 a L'ultima parola, dove partecipa all'anteprima web e in trasmissione come pubblico; non solo preferisce andare come semplice spettatore a Quelli che trasmissione preferita da quando a condurla c'è Victoria Cabello.

Il suo sogno? Fare la televisione!

Fastweb 20 mega

Chiesti sette anni per Silvio Scaglia, il fondatore di Fastweb

Il Papa si è dimesso? E ad Avellino “si festeggia” per scaramanzia