di Michela Becciu in , ,

Fabio Fazio, Rai sfora tetto dei 240mila euro per tenere il conduttore con sé (e non solo lui)


 

Fabio Fazio, la Rai sfora il tetto dei 240mila euro per tenere il conduttore con sé (e non solo lui). Oggi pomeriggio il Consiglio di amministrazione Rai durante il quale saranno presentati i palinsesti autunnali

fazio stipendio rai

La Rai approva il piano compensi per la stagione televisiva 2017-2018, ma la notizia è un’altra: Fabio Fazio ed altre ‘star’ e showman potranno sforare il tetto dei 240mila euro lordi introdotto dalla legge sull’editoria del 2016.

E mentre c’è chi parla già di ‘lodo Fazio’, riferendosi all’aggiramento con una ‘manovra’ all’italiana delle norme che valgono per tutti in favore di alcuni nomi importanti, che accanto a quello di Fabio Fazio vedrà comparire i nomi dei suoi illustri colleghi quali Carlo Conti, Bruno Vespa, Alberto Angela e Massimo Giletti, i big della tv di Stato possono dunque dormire sonni tranquilli, perché se le indiscrezioni di queste ore trovassero conferma, le star di Mamma Rai potranno infatti andare oltre quel limite di 240mila euro che ha come obiettivo il risanamento di viale Mazzini, che navigherebbe in cattive acque.

—> Tutto sul mondo della tv e dello spettacolo con UrbanPost, leggi

Oggi alle 17 nel Consiglio di amministrazione Rai saranno presentati i palinsesti autunnali. Tra le indiscrezioni quella secondo cui Fabio Fazio non divorzierà dall’azienda come invece si vocifera da mesi. I nomi confermati sarebbero, oltre a Fazio, quelli di Cristina Parodi a ‘Domenica In’ e Paola Perego, che potrebbe condurre un talk show su Rai2 in stile ‘Virus’, poi Lucia Annunziata con ‘In Mezz’ora’ prima parte (sempre incentrato su un protagonista) e ‘In mezz’ora’ seconda parte, che avrà un taglio più da magazine settimanale e si occuperà di temi di attualità. In programma anche eventi speciali come quello di Roberto Bolle, e la conferma di Alberto Angela.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanSpettacolo

Leggi anche

Commenta via Facebook