in

Fabrizio Corona esce dal carcere: sarà trasferito in una comunità di recupero

Milano ultim’ora: Fabrizio Corona uscirà dal carcere e sarà trasferito in una comunità di recupero. Lo ha deciso oggi, 21 febbraio, il tribunale di sorveglianza del capoluogo lombardo. Dovrà seguire quotidianamente una terapia per disintossicarsi dalla cocaina. L’ex fotografo dei vip è detenuto dall’ottobre 2016 nel carcere di San Vittore, a breve (forse già oggi) sarà trasferito in una comunità terapeutica. Lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Milano che ha concesso a Corona l’affidamento terapeutico in una comunità a Limbiate, nel Milanese. Il provvedimento è “provvisorio” e dovrà comunque essere confermato da un Tribunale in composizione collegiale nel corso di un’udienza prevista per fine marzo. Corona potrà uscire da casa solo per andare nella struttura. Non potrà avere rapporti con giornalisti. Non potrà usare social network, non potrà uscire dalla Lombardia.Corona era già stato scarcerato nel giugno 2015 su disposizione del magistrato di sorveglianza che gli concesse di scontare la pena residua (circa 5 anni di carcere) svolgendo servizi socialmente utili all’interno della comunità ‘Exodus’ di Don Mazzi a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese. Dopo pochi mesi ottenne anche l’affidamento in prova sul territorio, con la possibilità di partecipare a serate in discoteca e ad altri eventi mondani per la promozione della sua immagine, tutte attività concernenti alla sua attività professionale.

FABRIZIO CORONA TUTTE LE TAPPE DELLA SUA VICENDA GIUDIZIARIA, LEGGI

Venne riarrestato nell’ottobre 2016 dopo la scoperta dell’ormai noto “tesoretto” milionario di denaro contante in nero, nascosto nel controsoffitto dell’appartamento milanese dell’allora collaboratrice Patrizia Persi, circa 2,6 milioni di euro in totale tra il tesoretto, appunto, e gli 860 mila euro nascosti in due cassette di sicurezza di una banca austriaca di Innsbruck. Il processo penale che lo ha visto imputato insieme alla donna per intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione si concluse con una lieve condanna a 1 anno di carcere, contro i 5 chiesti per lui dalla pubblica accusa e l’assoluzione dalla accusa dei reati più gravi quali appunto l’intestazione fittizia di beni.

milano 28enne accoltella i genitori

Perugia: accoltellato mentre affigge manifesti di ‘Potere al popolo’

Replica Isola dei Famosi 2018 del 20 febbraio 2018: ecco dove vedere il video integrale