in

Fabrizio Frizzi sostituito da Flavio Insinna? L’accordo per L’Eredità sfuma!

«La sera la tua voce mi faceva compagnia, come se stessimo insieme a casa mia!». Come dimenticare le parole di quella anziana signora in fila alla camera ardente allestita per Fabrizio Frizzi, il conduttore scomparso lo scorso 26 marzo dopo una lunga malattia. Fabrizio Frizzi, uno dei volti più amati della televisione, garbato, sempre educato. Esempio di una tv mai urlata, elegante, piacevole a guardarsi. Una tv di altri tempi. Fabrizio Frizzi entrava nelle case degli italiani in punta di piedi, timidamente, con l’entusiasmo però di un eterno ragazzo. Davvero difficile raccogliere un’eredità simile.

Eppure negli ultimi giorni si erano rincorse le voci di Flavio Insinna al timone de L’Eredità, il programma serale alla cui guida Fabrizio Frizzi era stato a partire dal 2014. Poi poche ore fa la bomba in casa Rai. L’accordo potrebbe sfumare. Il pubblico italiano, troverebbe Flavio Insinna non all’altezza, influenzato molto probabilmente dal polverone sollevato da Striscia la Notizia qualche anno fa. Il tg satirico di Antonio Ricci aveva mostrato, infatti, in un fuori onda Flavio Insinna insultare i concorrenti di Affari Tuoi. L’immagine del conduttore ne era uscita davvero malconcia: poco gentleman, lontano anni luce da Fabrizio Frizzi. 

La latitanza di Flavio Insinna dalla rete ammiraglia sarebbe dunque destinata a durare. I cambi dirigenziali in corso a Viale Mazzini potrebbero dunque nuocere all’ex conduttore di Affari tuoi. I nuovi vertici, vicini alla sensibilità del pubblico, sarebbero restii a consegnare a lui le chiavi dello studio dell’Eredità. Difatti, i fans di Fabrizio Frizzi non si sono fatti attendere e sui social si sono scatenati. «Se Insinna condurrà l’Eredita, sarò costretto a non vedere più la mia trasmissione preferita», «l’unica differenza è Frizzi rispettava le persone Insinna le offende!» e ancora «sostituire una persona dolce e gentile come Frizzi con una persona come Insinna sia a mio parere quantomeno inopportuno».

Eppure proprio in un’intervista rilasciata qualche giorno fa al settimanale Mio, Flavio Insinna, sicuro della conduzione dell’Eredità, aveva detto: «È sicuramente complicato perché Fabrizio non c’è più. (…) il mio primo obiettivo sarà non deludere lui (…). È doveroso onorare quella maglia perché è come se fosse Pelè che ti lascia la maglia. (…). Fabrizio non è sostituibile, non posso fare questo tipo di miracolo, se mi chiedi se riuscirò a non farlo rimpiangere rispondo certo che no».

Per Insinna, caro amico di Frizzi, sarebbe l’ennesima debaclereduce da diversi flop su Rai1 come “La strada senza tasse” e “Dieci cose “e dalla querelle con l’acqua Rocchetta di cui era testimone che voleva i danni d’immagine, a seguito dei video divulgati da Striscia la notizia. Sul quiz show di Rai Uno rimasto orfano di Fabrizio Frizzi, la questione rimane ancora aperta. Restiamo in attese di conferme ufficiali.

Leggi anche –> Nomina presidente Rai, la bocciatura di Marcello Foa segna il de profundis tra Salvini e Berlusconi

Offerte di lavoro alla corte della Regina Elisabetta: aperte le candidature!

Red Canzian tumore, il dramma dell’ex Pooh: “Ecco qual è la mia grande paura”