in

Fabrizio scomparso a Porto Rotondo news: trovati i suoi calzini, ecco dove

Sardegna scomparso a Porto Rotondo news: ancora nessuna notizia di Fabrizio Rocca, il 23enne tecnico informatico originario di Bolzano scomparso il 14 maggio dall’isola il 14 maggio scorso, dove era giunto proprio quel giorno per svolgere un lavoro all’interno dell’hotel presso il quale avrebbe dovuto alloggiare. La polizia, coadiuvata da carabinieri, vigili del fuoco e vigilanza di Porto Rotondo continua a passare al setaccio tutto il territorio, via terra e via mare.

fabrizio scomparso a porto rotondo

Di lui nessuna traccia nelle acque del porto e in quelle antistanti al paese, così da qualche giorno l’attenzione delle squadre di ricerca, anche su sollecito della madre del ragazzo, hanno concentrato la loro attenzione nell’entroterra. I pochi indizi raccolti finora portano infatti verso l’abitato (molte sono case di villeggiatura ancora vuote): un testimone avrebbe infatti visto Fabrizio imboccare via Clelia Donà delle Rose, strada dove poche ore fa sarebbero stati ritrovati due calzini (fantasmini, per l’esattezza) identici a quelli che usava il ragazzo e che la mamma gli aveva gli aveva dato da mettere in valigia.

Potrebbe interessarti anche: Fabrizio scomparso in Sardegna: visto seminudo ed in preda al delirio, inquietante testimonianza

Che il giovane quella sera si sia spogliato non è più una ipotesi infondata, giacché anche un secondo testimone lo avrebbe visto correre, in stato di alterazione, nel buio e sotto la pioggia, con indosso solo i boxer ed i calzini, appunto. Cosa dunque ha stravolto il 23enne inducendolo a togliersi i vestiti? Utilizzati nelle ricerche anche droni e unità cinofile, ma finora del ragazzo non si è avuta alcuna notizia. Quella sera Fabrizio prima di sparire aveva parlato al telefono con la madre, alla quale aveva detto di avere forti dolori addominali. La donna, temendo il possibile aggravamento di una appendicite che gli era stata diagnosticata da tempo, gli aveva consigliato di rivolgersi alla guardia medica. Per recuperare i documenti dall’ufficio del custode della struttura, a quell’ora chiuso, Fabrizio aveva cercato di sfondare la porta con un estintore (le telecamere lo inquadrano mentre distrugge il vetro della porta), ma senza riuscirci. Si era quindi sporcato con la polvere estinguente e si era recato al porto per lavarsi (anche in questo secondo momento la telecamera lo immortala). Da allora, di lui, si è persa ogni traccia.

Personale Ata 2018 graduatorie provvisorie

Personale Ata 2018 graduatorie provvisorie: sedi espresse visibili su Istanze Online (GUIDA COMPLETA)

Juventus-Lazio probabili formazioni Supercoppa italiana

Lutto per Massimiliano Allegri: è morta la mamma Carla