in

Facebook, Arriva il Tasto “Promuovi”. Sponsorizzare i Propri Contenuti, Pagando

Fino ad oggi questo genere di promozione era possibile solo per i profili aziendali e per le fanpage. Una tecnica molto diffusa negli Usa e nel Regno Unito  (con il bottone “promote”), con qualche timido tentativo anche in Italia. Ora, all’improvviso, questa piccola “rivoluzione” all’interno del re dei social network. Anche i semplici utenti, pagando con paypal o con carta di credito, potranno dare visibilità ai loro contenuti, che potranno essere testi più o meno lunghi (le classiche note) o semplici aggiornamenti di stato.

L’utente paga una cifra quasi simbolica (poco più di 3 euro) per vedere il proprio post in vetta, in bell’evidenza in bacheca rispetto agli altri aggiornamenti di stato o elementi condivisi dai propri contatti che non sono “sponsorizzati”. E’ come mettere un annuncio in vetrina su uno dei tanti siti di annunci che offrono pacchetti, servizi o soluzioni “premium” per differenziare – appunto – la propria inserzione da quelle gratuite. Garantendogli, così, maggiore visibilità in uno spazio dedicato ed anche un possibile effetto virale, a giudicare dalle caratteristiche di Facebook, per eccellenza il luogo delle condivisioni.

Il costo esiguo di quest’attività (3,69 euro al momento in Europa, 7 euro negli Stati Uniti) potrebbe favorire il suo “boom” in Italia, tra profili privati “mascherati” (che in realtà sono aziende), liberi professionisti e consulenti che hanno voglia di mettersi in mostra (magari con “post” tematici) e semplici utenti che soffrono di manie di protagonismo.

Con il rischio, purtroppo concreto, di ritrovarsi una bacheca imbottita di messaggi pubblicitari, in cui diventerà difficile differenziare i post dei propri amici da quelli sponsorizzati…

Written by Gianluca Capiraso

30 anni, nato ad Avellino e residente a Milano. Esperto di web marketing, innamorato della "Seo", blogger e giornalista pubblicista dal 2000. Attualmente è Seo&Sem Manager in Tonic e Seo&Content Manager in Xool, due giovani e dinamiche web companies in forte crescita. Oltre alla passione per il calcio, ed in particolare per il "suo" Avellino, e per la politica,soprattutto come anti-DeMitiano, dedica il suo tempo alla produzione di contenuti per poi vederli ai primi posti dei risultati di ricerca di Google. #sonosoddisfazioni

Ipad mini Apple

Ipad Mini Vs Ipad, la Sfida è Iniziata

Il Cuore Agricolo di Expo 2015