in ,

Fashion Week: i sex toys sono il vero trend del 2018

MySecretCase.com nasce nel 2014 come primo sexy shop online al femminile in Italia e da subito, tra blog, eventi e workshop “curiosi”, riesce ad affermarsi come punto di riferimento per una discussione a 360° sul mondo della sessualità. Il suo team 100% in rosa vi racconterà con ironia e puntualità tutto quello che ancora non sapete sulla grande “S”. Soddisfare la vostra curiosità sarà il nostro più grande piacere: ecco a voi dunque la trentunesima “puntata” di Secret Love, buona lettura!

Già che siamo in tema di Fashion Week, il vero trend 2018 non sono altre discutibili maxi bag di Balenciaga, montoni color unicorno o lo spietato ritorno degli anni ’90, ma i sex toys, assurti (finalmente) a gadget di moda prima ancora che a giocattoli di piacere. Lo confermano i dati del 2017 raccolti da Mysecretcase.com, dove le vendite sono aumentate del +170% rispetto all’anno precedente. Già, ma chi compra? Dite pure addio ai vostri pregiudizi su erotomani e menti perverse, il fenomeno è più che mai pop e democratico. Da Nord a Sud.

L’identikit di chi usa sex toys

Donna milanese tra i 20 e i 30 anni che ordina da mobile, in orario di ufficio, preferibilmente vibratori rabbit (quelli con doppio braccio, uno per il clitoride e uno per il punto G) e palline vaginali per tenersi in forma e non solo alla GetFit. Seguono le 30-40enni e in coda le over 40, in aumento del 200% rispetto all’anno scorso. Crescono anche i clienti in coppia (35%), che acquistano soprattutto kit erotici e accessori bondage, e gli uomini (25%), in cerca di masturbatori wireless, sviluppatori del pene e anelli fallici.

La geografia del piacere

Se nel 2014 primeggiava tutta l’area del Nord-Est, ora è Milano la città numero uno in Italia per acquisto di sex toys (e visualizzazioni su Youporn, ndr). Seguono Roma (15%), Torino (5%) ed un’insospettabile Catania, seconda solo a Milano nell’acquisto di strap on dildo, i falli indossabili solitamente utilizzati nei rapporti lesbo o di penetrazione anale dell’uomo da parte della donna (il cosiddetto “pegging”). Insomma, pare che i tempi del Bell’Antonio siano un tantino cambiati.

I sexy trend del 2018

Cosa va per la maggiore adesso e andrà ancor più nell’immediato futuro? I vibratori a distanza che funzionano con app, scaricabile quasi sempre gratuitamente su GooglePlay e App Store. Tu compri il vibratore, entrambi scaricano l’app, il vibratore si sincronizza all’app e lui può scegliere e personalizzare i pattern di vibrazione “telecomandando” il vibratore da lontano, anzi lontanissimo. Ci si può nel frattempo guardare su Skype per fare sesso virtuale e talvolta anche su WhatsApp per restare intimamente “connessi” anche a distanza di continente. La soluzione che tutte le coppie a distanza stavano finalmente aspettando.

Leggi qui gli appuntamenti precedenti con la rubrica

Come rinnovare la tessera elettorale per le elezioni 2018

Aumenti in bolletta elettrica di 35 euro? È una bufala, ecco perché