in

Ferie non godute 2018: vengono perse? Ecco come funzionano e cosa prevede la legge

Ferie non godute 2018: anche quest’anno questo risulta essere un tema alquanto spinoso anche perché non tutti sono a conoscenza di come la legge le regolamenta. Qui di seguito vi spieghiamo tutto quello che bisogna sapere in merito. Secondo il decreto legislativo n° 66 del 2003, le ferie sono un diritto irrinunciabile del lavoratore: a quest’ultimo, infatti, spettano quattro settimane all’anno di ferie retribuite. Per legge è comunque obbligatorio consumare almeno due settimane di ferie accumulate entro l’anno di maturazione; le altre, invece, devono essere consumate nei 18 mesi successivi alla scadenza dell’anno nel quale sono state maturate. Nello specifico, la scadenza è sempre fissata al 30 giugno dei successivi due anni rispetto al periodo di maturazione. Se si accumulato troppe ferie, il datore di lavoro può forzare il dipendente a prendersi il periodo di riposo.

Leggi anche: Tutte le curiosità sul mondo del lavoro con UrbanPost

Stress da rientro dalle ferie, 5 consigli utili per combatterlo

Le ferie non godute possono essere monetizzate?

Un esempio concreto? Il 30 giugno 2018 sono scadute le ferie relative all’anno 2016: questo significa che entro tale data si è dovuto esercitare la fruizione delle ferie. Secondo i decreti legislativi n° 66 del 2003 e n° 214 del 2004, le ferie non godute possono essere monetizzate solo in alcuni casi, ovvero quando cessa il rapporto di lavoro per i seguenti motivi: dimissioni, licenziamento, termine del rapporto di lavoro regolato da contratto a tempo determinato.ferie non godute, ferie non godute 2015, ferie non godute come sfruttarle, ferie non godute come richiederle, ferie 2016, ferie 2016 italia,

Ferie non godute 2018 vengono perse? Ecco cosa prevede la legge

Il lavoratore che viene licenziato ha diritto a un’indennità finanziaria nel caso non abbia usufruito delle ferie retribuite annuali, in parte o totalmente. “Il motivo per cui il rapporto di lavoro è cessato è irrilevante – ha spiegato la Corte di Giustiziala circostanza che un lavoratore ponga fine, di sua iniziativa, al rapporto di lavoro non ha nessuna incidenza sul suo diritto a percepire, se del caso, un’indennità finanziaria per le ferie annuali retribuite di cui non ha potuto usufruire prima della cessazione del rapporto di lavoro“.Ferie non godute

operazione salvataggio ragazzi bloccati in grotta

Ragazzi intrappolati in Thailandia: aggiornamenti in tempo reale, piove e sale la paura

Serena Mollicone news morte

Serena Mollicone news: parla il parente sospettato di concorso in occultamento di cadavere