in

Figli alle coppie omosessuali, un atto di civiltà

Alla fine è servito un intervento della Magistratura. In Italia, a parlare di unioni omosessuali, si rischia immediatamente la scomunica. Figuriamoci se si azzarda ad immaginare una famiglia omosessuale con figli. E invece, da oggi, sarà possibile, non per una scelta politica ma per legge.

“Un minore può crescere in modo equilibrato anche in una famiglia omosessuale”. Punto. Mentre la politica non riesce nemmeno a tutelare le unioni di fatto tra eterosessuali, la Corte di Cassazione fa un passo nel futuro e sfida la Chiesa e le lobbies cattoliche, forzando l’interpretazione del dettame costituzionale che parla di “diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio” e sposando invece la linea della Corte Europea dei diritti umani, che già nel 2008 aveva riconosciuto il diritto all’adozione da parte degli omosessuali.

E’ quindi forse venuto il momento di aprire anche ai matrimoni tra omosessuali? Dopo la sentenza di oggi sembra la naturale evoluzione di un processo che identifica la famiglia come unione tra persone, non già basata sul mero dato “sessuale”, ma sulla condivisione di sentimenti, convinzioni etiche, responsabilità. Un ritratto perfetto dei genitori che tutti i bambini meriterebbero e che nulla c’entra con il loro orientamento sessuale.

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Emilio Fede candidato al Senato col Pdl

Emilio Fede probabile candidato Pdl

Erika De Nardo

Erika De Nardo non trova lavoro