in ,

Fiorello a Sanremo 2018, lo show-man sbanca al Teatro Ariston e i social invocano: “L’anno prossimo fate condurre lui”

Un nome e un cognome senza bisogno di presentazione: Rosario Fiorello conferma le sue qualità da show-man al Festival di Sanremo 2018 dove non solo è ospite ma, a tutti gli effetti, il traino che irrompe, rompe e allieta una kermesse canora tornata agli “antichi” fasti. Se Claudio Baglioni deve scrollarsi di dosso un po’ di timore nelle vesti di conduttore e Favino preferirebbe trovarsi su un set cinematografico, a far compagnia alla valida Hunziker ci pensa il mattatore Rosario.

Fiorello a Sanremo 2018: lo show – man sbanca al Teatro Ariston

Ad aprire le danze è proprio Rosario Fiorello costretto a fare da “arbitro” in avvio di kermesse: il Festival di Sanremo è sempre teatro di atti eclatanti per manifestare il dissenso del popolo. E per l’occasione il buon Rosario non può che evidenziare anche l’aspetto squisitamente sociale che rivestono le elezioni politiche 2018 del prossimo 4 marzo: “Non sono dei folli, ma se arrivano a compiere questi gesti è perché sono davvero disperati. Ed è a loro che bisognerebbe pensare.”

Fiorello a Sanremo 2018: lo show – man canta Baglioni “meglio” di Baglioni

Rosario Fiorello nel secondo intermezzo del Festival di Sanremo 2018 si fa apprezzare per doti che a lui competono da sempre: dall’ironia tagliente (vedi caso querelle Baglioni – Ricci) alla capacità di saper improvvisare l’assenza di Laura Pausini e chiudendo con un’ottima interpretazione canora insieme a Claudio Baglioni. E per i social nessun dubbio: “L’anno prossimo deve condurre lui.”

Fiorello a Sanremo 2018: anche Matteo Renzi elogia lo show-man

E i complimenti arrivano anche da Matteo Renzi, leader del Partito Democratico:

Striscia la Notizia tapiro d’oro a Eva Henger: “Il fumo ha fatto male anche a me”

Red Canzian biografia e carriera: a Sanremo 2018 con “Ognuno ha il suo racconto”