di Antonio Paviglianiti in

Firenze, uomo seminudo lancia sassi contro ristorante: scatta la caccia all’uomo, poi il pestaggio


 

Firenze, ancora un atto di violenza e di micro-criminalità nel cuore della culla artistica italiana: uomo seminudo, munito di pala e sassi, si scaglia contro il ristorante La Vecchia Bettola…

Nuovo episodio di violenza a Firenze. Nella culla artistica della cultura italiana, nelle ultime settimane si stanno registrando episodi di micro-criminalità che non fanno stare sereni i residenti. L’ultimo è avvenuto giovedì scorso e, come riporta La Nazione, avrebbe potuto avere un epilogo decisamente peggiore: un uomo nordafricano, seminudo, munito di pala, ha lanciato sassi contro un ristorante, La Vecchia Bettola. 

Secondo quanto raccontato dal proprietario del locale agli inquirenti, il giovane sarebbe entrato al ristorante senza vestiti e con i soli slip chiedendo di poter avere un caffè: richiesta respinta al mittente. Così si è scatenato il panico. Quando il proprietario del locale gli ha chiesto di allontanarsi, il ragazzo – un parcheggiatore abusivo conosciuto dal quartiere –  ha risposto con tono di sfida: “Tra poco torno attrezzato.”  Il tempo di recuperare una pala, di quelle usate dagli operai edili, e alcuni sassi. “All’improvviso – racconta Massimiliano Stagi al timone della Vecchia Bettola dal 1979 – ho sentito un tonfo, mi sono affacciato e ho visto i miei clienti che si sono alzati e fuggivano, chi a destra, chi a sinistra. Farfugliava parole indecifrabili, frasi del tipo «Mi piace fare a botte, vieni ti aspetto». Ho cercato di farlo ragionare, lui di colpirmi con un secondo sasso che per fortuna ho schivato.”

L’uomo, accerchiato dal proprietario del ristorante e altre persone lì presenti, si è sentito braccato ed ha iniziato a correre. Una vera e propria caccia all’uomo tra via del Campuccio e via della Chiesa, finendo dall’altro lato della piazza, quasi davanti alla Trattoria Al Tranvai. L’aggressore viene buttato a terra e viene colpito con un paio di pedate, nel frattempo il pubblico diventa sempre più numeroso, finché non arrivano le forze dell’ordine…

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...