in , ,

Formula E 2018/2019 calendario gare: tutti gli E-Prix da Ad Diriyah a New York

I motori di questa stagione sono ancora caldi ma la Formula E non perde tempo e guarda già al futuro: è stato infatti già svelato il calendario gare della stagione 2018/2019, con tutti gli E-Prix che si correranno in quella che sarà la quinta annata del campionato dedicato alle monoposto elettriche. Con il titolo mondiale ancora in gioco, il circus elettrico si prepara già ad accogliere le vetture gen2 che sfrecceranno nei circuiti cittadini di tutto il mondo. Il calendario della Formula E 2018/2019 è stato presentato a Manila e comprende 13 gare in 12 città tra quattro continenti – a partire da Ad Diriyah che segnerà il debutto di Formula E in Medio Oriente il 15 dicembre. La stagione si concluderà a New York con una doppia gara il 13 e 14 luglio. Il campionato ABB FIA Formula E ritorna in una serie di sedi e luoghi già teatri in passato di gare tra cui Marrakech, Città del Messico e Hong Kong, che si sposterà in un secondo momento a marzo. Insieme agli eventi in Africa, Asia e Nord America, la prossima stagione vedrà anche l’introduzione delle nuove gare europee di voestalpin.

Formula E

Le auto della Formula E affronteranno un certo numero di città lungo tutto il Vecchio Continente, con le tappe europee che comprendono gare a Roma, Parigi, Berlino e Zurigo, oltre a visitare le strade di Monaco per la terza volta l’11 maggio. La FIA ha anche rilasciato maggiori dettagli sulle modifiche al formato della gara, tenendo conto dell’aumento della potenza e della capacità di stoccaggio dell’energia della vettura Gen2 per la prossima stagione, che può completare una distanza di gara completa senza la necessità di effettuare uno scambio di auto a metà gara. Nel tentativo di promuovere una combinazione di opzioni strategiche, oltre a migliorare ulteriormente e mantenere la natura intensa e imprevedibile delle gare di Formula E, sarà obbligatorio per i piloti utilizzare due diverse modalità di potenza su una distanza di gara.

calendario formula E 2018/2019

I piloti saranno in grado di accedere a 225kW di potenza in una modalità più alta – a differenza dei 200kW standard disponibili durante la gara – una volta passati attraverso una singola zona di attivazione. La zona di attivazione sarà chiaramente visibile e tracciata sul circuito per i fan a terra e quelli che guardano in TV. Le due modalità di alimentazione su ciascuna vettura saranno indicate utilizzando colori diversi sull’innovativo sistema a LED sul dispositivo di protezione della testa dell’alone. Il numero esatto di usi individuali e la durata relativa della modalità di potenza superiore varieranno a ogni evento e saranno determinati dalla FIA. Sarà a discrezione dei team e dei piloti quando attivare la modalità di potenza più elevata per tutta la gara entro i limiti stabiliti dalla FIA. I piloti saranno anche in grado di attivare FANBOOST – l’esclusivo meccanismo di voto interattivo che consente a tre piloti di ricevere energia extra – solo quando le macchine funzionano con una modalità di potenza più elevata, portando la potenza massima disponibile a 250kW. Altre modifiche per la quinta stagione includono un diverso numero di auto che passano allo shoot-out super pole, al fine di ospitare la griglia più grande di 22 auto. Il nuovo formato di qualifica ora vede i primi sei piloti più veloci dopo che le fasi a gironi si sono sfidati per assicurarsi la pole position. Le distanze di gara non saranno più misurate utilizzando un numero predefinito di giri, ma saranno invece eseguiti a un tempo limite di 45 minuti più un giro per raggiungere la bandiera a scacchi. Sarà anche sostituito il premio per il giro più veloce, con punti assegnati al pilota meglio classificato tra le prime cinque posizioni – premiando il driver che ha consumato meno energia.

rocco casalino m5s dichiarazioni di emilio fede

M5S news, Emilio Fede: «Casalino quando venne da me era con le pezze al c…»

M5S news, Dora Palumbo: “Addio 5 Stelle, ora siete voi la casta”