in

Francia Isis attentato Trebes: fermato un minorenne e trovata lettera-testamento in casa del killer

Francia Isis, il terrorista di Trebes, ucciso dalle teste di cuoio dopo aver preso d’assalto un supermercato, tenuto in ostaggio diversi clienti del negozio e ucciso quattro persone, avrebbe lasciato una lettera-testamento nella sua abitazione. E’ notizia di queste ore, infatti, che gli inquirenti francesi impegnati nelle indagini sull’attentato di ieri nel sud della Francia avrebbero rinvenuto nella casa del killer a Carcassonne “una lettera-testamento manoscritta nella quale” il 25enne marocchino Radouane Lakdimfa allusione all’organizzazione dello stato islamico. Lo ha reso noto la tv Lci. L’assalitore, che già ieri quando è entrato in azione aveva urlato “Allah Akbar!”, era dunque un affiliato dello Stato Islamico. Durante la trattativa con le forze dell’ordine francesi aveva chiesto, in cambio della liberazione degli ostaggi, chiedeva la liberazione di Salah Abdeslam, l’unico superstite degli attentati parigini del 13 novembre 2015, attualmente in carcere in Francia.

francia isis attacco terroristico

Come sappiamo le cose sono andate diversamente, e lo ‘scambio’ – con conseguenza messa in sicurezza degli ostaggi – è avvenuto grazie al gesto spontaneo del tenente colonnello Arnaud Beltrame, che si era offerto come ostaggio per consentire il rilascio delle persone tenute sotto sequestro da Radouane Ladkim. Il gendarme è morto nella notte a causa delle gravi ferite riportate. “Ha dato la sua vita per uno sconosciuto, sapeva di non avere praticamente alcuna possibilità”, così Cédric, il fratello, che stamani gli ha dedicato l’ultimo saluto, “Credo che quello che ha fatto vada aldilà dell’impegno del suo mestiere. Se ne è andato da eroe”, ha dichiarato su RTL.

francia attentato isis a trebes

Leggi anche: Francia: Isis rivendica attentato terroristico al supermercato di Trebes

Sappiamo intanto che un ragazzo minorenne amico dell’attentatore ucciso poche ore fa è stato posto in stato di fermo nell’ambito delle indagini sull’attentato di ieri a Carcassonne e Trebes. Lo rivelano fonti vicine all’inchiesta citate da Bfm-Tv. Nato nel 2000, il minore è stato fermato questa notte con l’accusa di associazione terrorista. In Francia, il fermo per terrorismo può durare fino a 96 ore contro le normali 24 o 48 ore.

Francesco Monte e Eva Henger non hanno fatto pace: il chiarimento su Instagram

Annalisa, Michele Bravi, Giocanni Caccamo

Amici 2018 serale, via i direttori artistici e dentro la commissione esterna: i primi giudici già annunciati