in

Franco Battiato malattia: la famiglia e l’amico Roberto Ferri rompono il silenzio

Franco Battiato malattia ultime notizie: a seguito del gran clamore suscitato dal post pubblico (poi rimosso) su Facebook del cantautore Roberto Ferri, amico e collaboratore del Maestro di Milo, che nell’ “Ode all’amico che fu e che non mi riconosce più…”, accompagnata dalla immagine di Franco Battiato, aveva innescato il panico tra i fan dell’artista siciliano, facendo temere il peggio sulle condizioni di salute di Battiato, ecco che arrivano i primi chiarimenti sulla realtà dei fatti. UrbanPost aveva preso con le ‘pinze’ le sue parole, riportandole integralmente così che i lettori formulassero una propria e autonoma opinione personale in merito. Nella speranza che le indiscrezioni che circolavano da giorni sulle presunte gravi condizioni di salute dell’artista, colpito da Alzheimer, fossero infondate e venissero quanto prima smentite dalla famiglia del cantante.

Franco Battiato malattia: l’Ode all’amico che non mi riconosce più di Roberto Ferri e la polemica che ha innescato

Il punto tutta via era e rimane solo uno: se un artista sta lontano dalle scene per 8 mesi a seguito di una grave frattura del femore dopo una brutta caduta, e se uno dei suoi migliori amici e collaboratori squarcia il lungo silenzio al riguardo con un post del genere, come è possibile non allarmarsi? Far finta di non aver letto, non temere per la salute dell’amato musicista e cantautore? Roberto Ferri ha rimosso il post dopo che ormai la notizia circolava in rete e rimbalzava da un social all’altro. Troppo tardi, ormai, perché la legittima paura degli utenti per la salute dell’artista era stata più che alimentata ed era ormai impossibile da arginare se non con una dichiarazione ufficiale da parte dell’entourage del cantante o, meglio ancora, dalla famiglia stessa. In realtà nessuna smentita ufficiale è arrivata, ma solo qualche messaggio ‘tranquillizzante’ che non nega che Franco Battiato stia male, tuttavia sdrammatizza e smentisce la gravità delle sue condizioni: “Franco non ha l’Alzheimer. È stato male, ma si sta riprendendo”. E noi siamo felici di ciò, del resto è quello che fin dalla prima ora avevamo auspicato!

La poesia di Roberto Ferri:

Franco Battiato malattia: l’artista siciliano sarebbe gravemente malato

Roberto Ferri precisa il senso del suo post (rimosso) dedicato a Battiato

Roberto Ferri, poeta e un cantautore, oltre ad essere ‘l’amico di Franco Battiato’ è da lungo tempo collaboratore del Maestro di Milo. Ferri ha rilasciato una intervista ad All Music Italia in cui spiega il vero significato dei versi che ha dedicato a Franco Battiato, il macroscopico fraintendimento di cui sono stati oggetto e il suo legame con l’artista siciliano. Ve ne riportiamo uno stralcio: “Il mio è stato un momento poetico affettivo che mi ha portato a esprimere in versi un sentimento ed una amicizia che datano dal 1979; e non mi aspettavo che diventasse un fatto di cronaca. Io ho solamente voluto esprimere il dolore per un amico che soffre, un amico che mi ha sempre aiutato facendomi fare il supporter ai suoi concerti, che accettava però anche i miei consigli […] facevamo anche le vacanze insieme, e un affetto profondo ci univa e ci unisce, e con noi anche mia moglie Marinella”. Quell’ Ode all’amico che non mi riconosce più Ferri l’aveva in realtà già postata nel Novembre 2017 e solo riproposta qualche giorno fa sul suo suo Facebook. “Certamente ho fatto un errore nel volere rendere pubblico un sentimento di amicizia che ognuno ha voluto interpretare a suo modo” – ha spiegato il cantautore – “ma io rispondo per quel che dico e non per quello che gli altri capiscono. Sì, Franco sta male, come avete potuto vedere voi stessi in televisione e nei concerti, e questo mi fa stare male. Questi versi li mandai già mesi fa alla nipote di Franco, per me rappresentavano un omaggio alla sua famiglia”. 

Festività soppresse in busta paga 2018

Riforma Pensioni 2018 news, aumento assegni minimi: ci saranno? Ecco le ultimissime

Stipendio Personale Ata 2018: quanto guadagna chi lavora nelle scuole? Ecco i salari