di Michele Iacovone in ,

Genitore tenta di strozzare il medico: “Mio figlio è autistico per colpa dei vaccini”


 

Una violenta lite con calci, pugni e spintoni quella avvenuta tra un genitore e un medico dell’Asl di Cosenza: il primo sosteneva che il figlio fosse diventato autistico a causa dei vaccini

Genitore tenta di strozzare medico, pensava che il figlio fosse autistico a causa dei vaccini

Una violenta lite condita con calci, spintoni, pugni e un tentativo di strangolamento quella accaduta tra un genitore e un dirigente medico dell’Asl di Cosenza, responsabile del settore vaccini di Belvedere e Diamante. Si parla di tentativo di omicidio ai danni del professionista, il quale è stato fortunatamente salvato grazie all’arrivo dei carabinieri. Il motivo è ancora la disinformazione e quell’assurda bufala sulla correlazione tra vaccini e autismo mai scientificamente dimostrata.

L’aggressione si è consumata a Belvedere Marittimo, da parte di un uomo originario di Tortora e impiegato amministrativo presso il penitenziario di Paola. L’uomo è padre di un ragazzo minorenne affetto da autismo, una patologia che, secondo l’uomo, è stata causata dalla somministrazione dei vaccini. Tutto è iniziato un anno fa, dopo che al ragazzo venne somministrato il vaccino esavalente dal medico aggredito: dopo le prime due dosi, il padre del ragazzo ha chiesto spiegazioni in merito al vaccino somministrato. Come ha spiegato il dirigente medico: “Io risposi che il vaccino era stato somministrato secondo norma. Lui invece asseriva che dopo il vaccino il bambino era stato male“. Il padre sosteneva, però, che dopo la somministrazione il ragazzo si fosse sentito male e riteneva il medico responsabile.

Sette mesi più tardi un altro scontro, fino a ieri pomeriggio, quando è avvenuta la vera e propria violenza fisica. Il padre lo ha atteso fuori dalla sua abitazione e lo ha affrontato prima con queste parole: “Vieni che dobbiamo parlare. Tu la pensione non te la godi, se non mi dici che hai messo nel vaccino“. Da quel momento in poi la lite: spintoni, calci, pugni, un tentativo di strangolamento, il sangue lungo il viso, il trauma cranico e le costole rotte. Il medico è riuscito a divincolarsi anche se braccato dall’uomo. I carabinieri sono stati allertati dai vicini che hanno sentito le grida del medico che invocava aiuto. Ora è scattata la denuncia per tentato omicidio e sarà il legale del medico a decidere come procedere.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...