in

Genova il ponte Morandi scricchiola: è di nuovo allarme, ampliata la zona rossa

Genova il ponte Morandi scricchiola: è di nuovo allarme, ampliata la zona rossa. Non cessa la situazione critica nell’area interessata dal crollo del viadotto che ha causato 43 morti e 16 feriti, di cui almeno 2 ancora in gravi condizioni. Ieri sera intorno alle 22, infatti, c’è stato un nuovo allarme nella ‘zona rossa’ di via Porro e via Fillak dopo che sono stati segnalati diversi “scricchiolii” e piccoli distacchi di detriti dal relitto del ponte Morandi ancora in piedi. Ecco che dunque le forze dell’ordine che stanno presidiando l’area hanno esteso e rafforzato i divieti di accesso della zona.

In via del tutto precauzionale, inoltre, sono stati sospesi gli accompagnamenti degli sfollati all’interno delle abitazioni per recuperare gli effetti personali. Altre verifiche sul posto saranno compiute in giornata. Nel frattempo il sindaco, Marco Bucci, ha fatto sapere che consegnerà le prime abitazioni agli sfollati di via Porro e via Fillak; al vaglio anche un piano di interventi per sostenere la viabilità cittadina di auto e tir adesso che il ponte non c’è più.

Crollo ponte Genova, Autostrade: «500 milioni, via i pedaggi e un nuovo ponte entro 6 mesi»

Per quanto riguarda il fronte delle indagini, si è appreso chela Procura ha acquisito un video in cui si vede il ponte alle 11.34, appena 3 minuti prima del crollo: quello un frangente determinante per per determinare con esattezza l’orario del disastro, al momento ipotizzato per le 11.37.

Leggi anche: Ponte Morandi crollo, l’ingegnere nel 1979: “Va protetto, si corrode”

Concorso Marina Militare 2018 bando: posti per 2225 giovani, ecco requisiti, prove e scadenza domande (GUIDA COMPLETA)

principe harry matrimonio

Meghan e il principe Harry luna di miele in Italia: ecco dove sono stati in gran segreto