in

Giorgio Napolitano ricoverato: intervento al cuore nella notte, come sta l’ex Presidente della Repubblica

Giorgio Napolitano ricoverato al San Camillo di Roma nel pomeriggio di ieri a causa di un improvviso malore. L’ex presidente della Repubblica ha accusato dei forti dolori al petto che hanno portato i medici che l’hanno soccorso a decidere per il ricovero immediato. La notizia è giunta intorno alle 22 di ieri sera, 24 aprile, orario nel quale il presidente emerito è entrato in sala operatoria per essere sottoposto ad una delicata operazione al cuore. L’intervento chirurgico al cuore è perfettamente riuscito, lo riportano le agenzie. Si è trattato di “un intervento complesso. Il cuore ha ripreso le sue funzioni, il paziente è molto stabile. Ora aspettiamo”. Queste le parole del professor Francesco Musumeci, primario del reparto di cardiochirurgia del San Camillo, al termine dell’intervento durato tre ore e mezza. Giorgio Napolitano è adesso in fase di trasferimento in terapia intensiva, e nelle prossime ore, quando saranno del tutto stabilizzate le funzioni emodinamiche e pressorie, sarà tolta la sedazione.

Giorgio Napolitano malore: l’ex capo dello Stato ricoverato d’urgenza a Roma

Giorgio Napolitano ricoverato

Non è possibile al momento fare una previsione su quelli che potrebbero essere i tempi della ripresa del paziente che, lo ricordiamo, ha 92 anni. Lo ha precisato Musumeci, che era in sala stampa con il direttore generale Fabrizio d’Alba. Il cardiochirurgo si è detto comunque “molto soddisfatto” di come è andato l’intervento. Una operazione chirurgica complessa a causa di un problema circolatorio: “perché si era determinata una dissezione dell’aorta discendente, una gravissima rottura della parte interna dell’aorta e che richiede un intervento in assoluta emergenza. In questo caso è stato sostituito il tratto iniziale dell’aorta”.

 

Una patologia che provoca improvvisi e forti dolori al petto – gli stessi accusati dall’ex presidente nel pomeriggio di ieri –  che spesso possono essere scambiati per un infarto in atto. Napolitano è stato accompagnato in ospedale dal figlio, è stato sempre lucido, ha parlato con Musumeci, che gli ha spiegato l’urgenza e il tipo di intervento a cui sarebbe stato sottoposto. Un nuovo bollettino medico è previsto per mezzogiorno.

muccia scossa magnitudo 3.5

Terremoto oggi a Macerata: scossa magnitudo 3.5 a Muccia

Elezioni a luglio 2018, Rotondi (FI): «Vincerà M5S, il nostro elettorato va al mare»

Governo news, accordo M5S – Pd, Di Maio chiude alla Lega: “Possibile intesa con i DEM”