in , ,

Giornata dell’alfabeto N’Ko: una scrittura nata per unire i popoli

Era il 1949 quando lo scrittore guineano Solomana Kante ideò l’alfabeto N’ko, un particolare tipo di scrittura per certi versi simile all’arabo, che permise a tutti i popoli dell’Africa Occidentale che utilizzavano lingue mandé di avere un metodo di scrittura comune. Una scelta fatta soprattutto per confutare la credenza radicata tra gli Occidentali che i popoli africani fossero “senza cultura”. Da sempre infatti i popoli mandé tramandavano oralmente, grazie a poeti e cantastorie itineranti, la loro cultura e la loro tradizione letteraria ma nessuno aveva mai trascritto quei testi. L’idea di Kante fu quindi quella di trovare un codice di scrittura comune che potesse rendere giustizia alla tradizione dei popoli mandé.

La data di nascita di questo tipo di scrittura è tradizionalmente fissata nel 14 aprile 1949 e per questo il richiamo alla Giornata dell’alfabeto N’ko. L’utilizzo di questo codice iniziò a partire dalla città di Kankan, in Guinea, per la lingua Maninka di quella zona e pian piano si diffuse attraverso tutti i popoli che sfruttavano una lingua mandé. L’alfabeto N’ko con il tempo fece nascere anche un movimento volto a promuovere l’alfabetizzazione tanto tra i popoli francofoni che anglofoni dell’Africa Occidentale e fu la base che permise di rinforzare l’identità Mandé in Guinea e in altre parti dell’Africa Occidentale.

Per quel che riguarda la struttura e il funzionamento dell’alfabeto N’ko possiamo dire che sfrutta come l’arabo l’andamento da destra a sinistra con l’unione dei vari grafemi e che si compone di sette vocali e venti consonanti. Inoltre dal 2006 l’alfabeto N’ko ha ottenuto la propria codifica nel sistema Unicode 5.0 e gli è stato assegnato il codice ISO 15924, ovvero “Nkoo” così da renderlo sfruttabile anche con testi digitali.

Angelina Jolie matrimonio

Angelina Jolie 2017: l’attrice pronta a sposarsi di nuovo, Brad Pitt ormai solo un ricordo

reddito di maternità, reddito di maternità milano, reddito di maternità come richiederlo, reddito di maternità chi può richiederlo,

Reddito di maternità, la svolta a Milano: chi può richiedere l’assegno e come