di Michele Iacovone in , , ,

Giornata nazionale sulla salute della donna: eventi, programmi e appuntamenti gratuiti


 

Nella giornata del 107° anniversario del Premio Nobel Rita Levi-Montalcini si celebra la prima Giornata Nazionale sulla Salute della Donna: molti gli eventi in programma e gli appuntamenti gratuiti

Giornata nazionale sulla salute della donna

Oggi si celebra la prima Giornata Nazionale sulla Salute della Donna con il 107° anniversario di nascita del Premio Nobel per la medicina Rita Levi-Montalcini. Ecco quali sono gli appuntamenti gratuiti, i programmi e gli eventi ai quali poter prendere parte. È previsto, infatti, un incontro fra cittadini, istituzioni e professionisti appartenenti al Sistema Sanitario Nazionale: 10 tavoli tematici mediante i quali si completerà un documento con cinque proposte operative che andranno a comporre le 50 azioni da attuare nei prossimi anni a favore della salute della donna.

L’evento gratuito principale sarà l’Open Week che partirà oggi in più di 180 strutture ospedaliere italiane: patrocinato da associazioni e società scientifiche, lo scopo sarà la prevenzione di tutti quei disturbi e malattie con un significativo impatto sul genere femminile. Sono 181 le strutture ospedaliere che per una settimana a partire da oggi offriranno gratuitamente visite nei reparti come diabetologia, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia e sostegno alle donne vittime di violenza. In particolare, in molte città d’Italia e nella capitale, le farmacie di Federfarma hanno avviato il Progetto Mimosa con il quale si prefiggono lo scopo di elargire sostegno psicologico ed economico a tutte quelle donne vittime di stupri o abusi.

Un argomento di forte dibattito sarà la celiachia, un disturbo che colpisce molto di più le donne, il doppio rispetto agli uomini: 400 mila soggetti su 600 mila totali in tutta Italia. Solo 115 mila donne attualmente hanno ricevuto la corretta diagnosi, per le altre 300 mila, invece, l’esposizione a intolleranze nei confronti del glutine potrebbe causare gravissime complicazioni. Ecco perché il sito www.celiachia.com da oggi ha reso disponibile una guida gratuita promossa grazie al Progetto Donna 2016 dell’Associazione Italiana Celiachia.

Photo Credit: Rohappy/Shutterstock.com

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook