di Stephanie Barone in ,

Giovanni Ciacci di Detto Fatto si racconta: “Adesso vorrei fare una serie tv americana” [INTERVISTA]


 

A Detto Fatto Giovanni Ciacci, detto Gio Gio, è un punto di riferimento per gli appuntamenti fashion e il racconto dei look delle star. UrbanPost lo ha intervistato in esclusiva: ecco cosa ci ha raccontato del suo lavoro e dei suoi sogni per il futuro.

giovanni ciacci, gio gio ciacci, giovanni ciacci detto fatto,

Per i fan di Detto Fatto è semplicemente “Gio Gio”. Il motivo deve essere per la naturalezza e la semplicità con cui si pone anche sullo schermo. Giovanni Ciacci però ha una lunga e luminosa carriera “dietro le quinte” della televisione, del cinema e del teatro italiano. Il celebre costumista infatti ha lavorato con le showgirl più famose d’Italia, da Antonella Clerici a Valeria Marini fino a Francesca Neri e Caterina Balivo. Inoltre ha lavorato con registi del calibro di Giuseppe Patroni Griffi, Giorgio Albertazzi, Bigas Luna e seguito gli shooting di fotografi come Helmut Newton, Gianpaolo Barbieri, David LaChapelle. UrbanPost lo ha intervistato in esclusiva ed ecco quello che ci ha raccontato.

Come è cambiato il suo lavoro di costumista nel tempo, da quando ha iniziato ad oggi?

Posso dire che è cambiato completamente; una volta si faceva tutto nelle sartorie teatrali, non esistevano le doppie o le copie, oggi con la globalizzazione e le grandi aziende un abito è ripetuto migliaia di volte. Una volta per trovare un doppio dovevi faticare giorni e giorni, oggi è possibile trovarli in qualsiasi negozio.

Inoltre non possiamo dimenticare che, fino a qualche anno fa, arrivavano in vetta solo i top; prima una persona poteva fare un film o una trasmissione ma poi veniva allontanato. Era necessario fare una lunga gavetta, un lungo percorso lavorativo e poi forse arrivavi a fare i grandi film o le grandi trasmissioni televisive oppure a lavorare con i grandi registi di teatro. Per entrare nei progetti top dovevi avere le competenze e una carriera alle spalle, invece oggi arriva e lo fa chiunque. Oggi è sufficiente che un o una fashion blogger si elevi al rango di stylist o di costumista e glielo fanno fare. Una volta per fare il costumista dovevi aver studiato, dovevi aver fatto esperienza sul campo, dovevi aver fatto almeno sette o otto film come assistente per firmare qualcosa.

C’è un progetto al quale ha lavorato che le è rimasto nel cuore e che le è piaciuto particolarmente fare?

Devo dire che ce ne sono davvero molti, ma uno che mi è piaciuto particolarmente è “Filumena Marturano”, il film per la tv con Mariangela Melato e Massimo Ranieri, forse l’ultimo grande sceneggiato teatrale in televisione. Poi sempre in tv mi è piaciuto tanto fare Sanremo, l’ultimo è stato nel 2010 con Antonella Clerici. E una cosa che mi piacerebbe rifare e che mi emoziona sempre è Il Bagaglino perché io lì ho lavorato tanto e quindi mi piace molto.

E una donna con la quale ha lavorato e ha mantenuto un rapporto speciale?

Tutte, assolutamente. Diciamo che poi un costumista diventa una persona che ti conosce molto bene. Nel nostro lavoro possiamo non vederci per 20 anni, poi ci si rivede ed è come la prima volta. Ad esempio per i giornali per i quali lavoro giovedì sera ho intervistato Milly Carlucci, donna che io stimo tantissimo e Milly per me è come quando ci ho iniziato a lavorare a Fantastico: parliamo allo stesso modo e con lo stesso linguaggio. Il giorno dopo l’intervista le ho scritto facendole i complimenti per gli ascolti e lei ha risposto immediatamente. E’ la stessa cosa che succede con Antonella Clerici, con Valeria Marini, davvero con tutte.

Con chi oggi sogna di lavorare? Chi le piacerebbe vestire?

In Italia onestamente nessuna, non trovo che ci sia un panorama televisivo degno in questo momento. All’estero ad esempio invece c’è Oprah che mi piace anche se si è un po’ ritirata, c’è Nigella Lawson ma soprattutto mi piacerebbe moltissimo lavorare in una serie tv americana, in una grande serie con lunga progettualità perché sarebbe diverso da tutto quello che ho fatto finora.

Darebbe qualche consiglio alle nostre lettrici in vista dell’estate?

Sicuramente di guardare Detto Fatto perché lì diamo davvero tantissimi consigli ogni giorno; il secondo consiglio è certamente di leggere il mio nuovo libro che uscirà tra qualche settimana ma soprattutto di sentirsi belle con il proprio corpo, qualsiasi cosa facciano. Non c’è un capo per eccellenza, un’acconciatura, un taglio o un trucco, l’importante è sempre stare bene con se stesse.

Grazie

Foto in copertina: pagina Facebook Giovanni Ciacci

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...