di Alessandra Solmi in ,

Giulia Di Sabatino news: le indagini si allargano, nuovi accertamenti sui tabulati telefonici


 

Cosa è accaduto a Giulia Di Sabatino? Secondo le ultime news gli inquirenti hanno ripreso ad indagare sul caso della ragazza morta nella notte fra il 31 agosto ed il 1 settembre 2015.

MORTE GIULIA DI SABATINO

Le indagini si allargano. Così come riportato dalla stampa locale in merito alla tragica morte di Giulia Di Sabatino, le ultime news raccontano di nuovi accertamenti sui tabulati telefonici. Cosa è accaduto alla ragazza di Tortoreto che si è lanciata nel vuoto dal viadotto sull’A14 nella notte tra il 31 agosto ed il 1 settembre del 2015? Si tratta di istigazione al suicidio o di omicidio? Dopo due anni e una richiesta d’archiviazione della Procura respinta dal Gip, si tenta ancora di fare chiarezza sulla diciannovenne morta nella notte del suo compleanno a pochi giorni dalla partenza per Londra.

Leggi qui le news sul caso di Giulia Di Sabatino

Giulia Di Sabatino avrebbe dovuto iniziare una nuova vita insieme alla sorella maggiore nella Capitale dell’Inghilterra, ma qualcosa ha bruscamente interrotto i suoi sogni. La famiglia e gli inquirenti stanno seriamente cercando di capire cosa sia accaduto nella notte tra il 31 agosto ed il 1 settembre. Qualcuno ha spinto Giulia a gettarsi nel vuoto o ancor peggio l’ha spinta a lanciarsi e a farla finita nel peggiore dei modi? Due le piste battute per ora, ma le indagini potrebbero allargarsi ulteriormente perché si sta cercando ogni tipo di dettaglio, anche il più insignificante, per ricostruire il puzzle completo e giungere alla soluzione del mistero.

I Ris stanno, ad esempio, analizzano nuovamente alcuni reperti, soprattutto il terriccio rinvenuto sotto le suole delle scarpe di Giulia Di Sabatino. Fino ad ora si è sempre pensato che si sia lanciata dal viadotto posto poco fuori il territorio comunale di Giulianova, ma non è, forse, da escludere anche il fatto che sia stata spinta giù in un punto diverso che poteva essere facilmente raggiungibile a piedi. Si procede, poi, con l’analisi approfondita dei cellulari delle tre persone che sono state iscritte nel registro degli indagati. Proprio in questi giorni l’attività degli inquirenti pare essere parecchio serrata e quindi si attendono  breve ulteriori novità sul caso.

Nel frattempo nella stessa zona, sempre, cioè, fra Giulianova e Tortoreto, si sta indagando anche sulla morte di Renata Rapposelli. La pittrice di Ancona era giunta a Giulianova per andare a trovare padre e figlio che, dopo la separazione, si erano trasferiti in Abruzzo. Una farmacista che lavora a Tortoreto Lido, a circa 3 chilometri dalla casa di Simone Santoleri, ha detto di esseri sicura di aver visto Renata Rapposelli durante il pomeriggio della scomparsa.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook