in

Giuseppe Conte è il nuovo Presidente del Consiglio: “Sarò avvocato difensore degli italiani” (LIVE-BLOGGING)

19:30 – GIUSEPPE CONTE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – “Buonasera a tutti. Il Presidente della Repubblica mi ha conferito l’incarico di formare il Governo, ho accettato con riservo. Presenterò alle Camere un programma condiviso dalle due forze politiche di maggioranza. Il Governo dovrà cimentarsi da subito con i negoziati, unione bancaria, trattati. L’esecutivo su questo terreno costruendo le alleanze opportune, tuteli e rifletta gli interessi nazionali. Fuori da qui c’è un Paese che giustamente attende una nascita di un esecutivo. Sarà il Governo del Cambiamento. Il contratto su cui si fonda questa esperienza di Governo, a cui anch’io ho dato il mio contributo, rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento degli italiani. Nel pieno rispetto delle prerogative che la Costituzione attribuisce al Presidente del Consiglio dei Ministri. Un governo dalla parte dei cittadini. Sono professore e avvocato, adesso dovrò tutelare gli interessi degli italiani in tutte le sedi, europei e internazionali. Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano. Lo farò con massimo impegno e massima responsabilità. Nei prossimi giorni tornerò dal Presidente della Repubblica per sciogliere la riserva e, in caso di esito positivo, indicherò la squadra dei Ministri.”

19:26 – IL QUIRINALE – Il colloquio non è ancora terminato tra Giuseppe Conte e Sergio Mattarella.

19:19 –  Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il professor Conte al quale ha conferito l’incarico di Governo. Accettato con riserva. Tra poco rilascerà alcune dichiarazioni.

19:05 – Guido Crosetto ha rassegnato le dimissioni da Parlamentare.

18:48 – Giorgia Meloni: “Non è vero che il leader della Lega mi abbia chiesto il permesso di iniziare le trattative con il Movimento 5 Stelle.”

18:46 – La Lega smentisce l’incarico a Giorgetti e non a Savona.

18:41 – Colloquio tra Salvini e Maroni: come riporta La7 non c’è mai stata rivalità tra le due parti. Salvini non ha offerto nessuna carica di Governo né di entrare nella squadra di Governo, ma è stato interessato a interpellarlo su due fronti per il Ministro degli Interni che del Lavoro: da questo colloquio è emerso – lasciando fuori il Totoministri – che Salvini vuole il Viminale a tutti i costi mentre come vice-Premier lo sarebbe in aggiunta. Ha voluto consultarlo su tutti i nodi del Viminale, Maroni gli ha spiegato tutto. Il fatto che sia segretario della Lega potrebbe legargli problemi con i rapporti dei 5 Stelle ed ha maggiore potere rispetto al Presidente del Consiglio. Sul ministero del Lavoro, Salvini avrebbe chiesto informazioni a Maroni che dovrebbe andare a Luigi Di Maio. Maroni avrà un rapporto di ‘consulenza’. 

18:12 – Agenzia Dire: “Una fonte interna della Lega conferma Giorgetti all’Economia, niente Savona.”


17:56 – Salvini fuori dal Quirinale: “Con Maroni abbiamo parlato di tante cose, è utile e ha tanta esperienza. Ministro degli Interni, del Lavoro, Governatore della Regione Lombardia. Ruolo con questo Governo? No, ha una vita più bella della mia per fortuna sua, non lo invidio. Non ci sono veti su nessun nome. Non ho parlato né con il Premier incaricato né con i potenziali Ministri. Ci sono persone di assoluto livello, se è una colpa aver detto che l’Europa ha fatto interessi contro l’Italia questo è un merito. Conte dovrà essere indipendente, noi rispondiamo ai cittadini italiani. Io penso a un Governo che inizia a fare determinate cose. Nessuna anticipazione sui Ministeri, fate fare il lavoro che spetta al Presidente del Consiglio incaricato. Contiamo di mettere giù la squadra migliore. Non ci sono veti se ci sono idee che mettono al centro l’interesse degli italiani. A me piace tantissimo Savona. Io rispetto le scelte di francesi, tedeschi, ungheresi… chiedo che anche gli altri apprezzino le scelte degli italiani. Meloni centrodestra esperienza chiuso? Se sto facendo quello che sto facendo, l’impegno… mi hanno detto loro vai e fai. Chiedete a Berlusconi o alla Meloni se hanno cambiato idea. Solo e soltanto quando gli alleati di centrodestra mi hanno detto vai e provaci.”

17:46 – CONTE ACCETTA INCARICO – Giuseppe Conte accetterà l’incarico, ma con riserva.

17:44 – INCARICO PIENO A GIUSEPPE CONTE – Secondo quanto riportato da La7, Giuseppe Conte avrà incarico pieno. Ancora nella stanza di Mattarella, invece, Giuseppe Conte.

17:40 – Secondo La7 sarà Giorgetti il ministro dell’economia mentre Vincenzo Spadafora andrà a ricoprire il ruolo di sottosegretario alla Presidenza. 

17:27 – Iniziato il colloquio tra il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e Giuseppe Conte.

17:21 – Giuseppe Conte è arrivato al Quirinale.

Sergio Mattarella ha convocato al Quirinale alle 17.30 Giuseppe Conte, la figura indicata da M5s e Lega per la guida di Palazzo Chigi, allo scopo di conferirgli l’incarico per il primo governo giallo-verde della storia della Repubblica. Il capo dello Stato si era preso altro tempo per riflettere sul profilo del giurista, specialmente dopo le notizie sul suo curriculum gonfiato. Poi, poco prima delle 13, l’annuncio della convocazione. Quella di oggi sarà l’occasione per un faccia a faccia fra i due per il conferimento del mandato, che potrà essere un preincarico o un incarico pieno a seconda dell’esito del colloquio.

Leggi anche: Il curriculum di Giuseppe Conte

Tra i nodi da sciogliere anche il nome dell’economista euroscettico Paolo Savona proposto dai partiti di maggioranza per un dicastero cruciale come quello del Tesoro. Un nome su cui la Lega insiste, nonostante le perplessità del Colle per le posizioni dell’economista, critico sull’euro. “Savona oggi si è dimesso da presidente del Fondo lussemburghese Euklid”, segnala il Pd Anzaldi.

Prima che la notte RaiUno cast, attori, trama e puntate: la storia di Pippo Fava

Torino, treno investe tir a Caluso: morti e feriti