in

Giuseppe Conte intervista a La Repubblica e curriculum: “Deluso da Mattarella, Savona era ottimo”

Giuseppe Conte, il Presidente del Consiglio scelto dal Governo del Cambiamento che ha sciolto negativamente la riserva domenica sera, rompe il silenzio e si racconta a La Repubblica. In una lunga intervista, infatti, il professore di diritto dell’Università degli Studi di Firenze spiega il suo punto di vista: “La lista dei ministri che ho proposto a Mattarella conteneva un elenco di persone, concordate con i leader della maggioranza, con la massima attenzione. Era una squadra equilibrata, forte di figure di rilievo politico e di qualche innesto di elevatissima competenza. Una diversa composizione non avrebbe garantito il raggiungimento degli obiettivi politici e operativi fissati nel contratto“.

Leggi anche: Chi è Giuseppe Conte, il Premier non ‘scelto’ da Mattarella

Giuseppe Conte a La Repubblica: “Savona era ottimo”

“Ho avuto con lui un incontro riservato che è durato oltre un’ora e mezza. Sono uscito dal colloquio profondamente rassicurato: Savona era ben funzionale al nostro progetto politico che prevedeva la promozione di una nuova politica economica, meno legata all’austerità e più orientata a rilanciare gli investimenti produttivi. Di uscita dall’euro nessuno ha mai parlato e comunque non era nel contratto del governo. È per questo – prosegue Conte – che mi sono potuto fare garante, con il presidente della Repubblica, della permanenza del Paese nel sistema-euro, ma anche della nostra determinazione a rinegoziare le politiche economiche”. racconta Giuseppe Conte a La Repubblica sul profilo che ha fatto saltare il banco del Governo del Cambiamento.

Giuseppe Conte è deluso e parla del curriculum: “Speravo nel cambiamento”

Conte afferma di essere “deluso come tutte le persone che non vedono avviare una esperienza di governo che si riprometteva di operare forti cambiamenti. Sono anche triste, perché avevo previsto che il Paese avrebbe subito un forte contraccolpo nel caso in cui questa speranza fosse andata delusa”. E sul possibile nuovo ruolo nel Movimento 5 Stelle spiega: La proposta non è arrivata Se e quando arriverà, valuterò”. Infine una battuta sul suo curriculum: “Quello che circola su internet risale a diversi anni fa ed è stato redatto frettolosamente. Lo aggiornerò anche alla luce delle cose che avevo dimenticato e che voi giornalisti in questi giorni mi avete ricordato”.

Il padre di Alessandro Di Battista indagato: ha offeso il Presidente della Repubblica

Rovigo: litiga con la fidanzata e si taglia la gola, grave un 39enne