in

Governo 2018 date consultazioni e possibile calendario: l’iter per la formazione di un nuovo esecutivo

E adesso ci siamo: quali sono le date da cerchiare in rosso per le consultazioni del Governo 2018? Quale il possibile calendario di ricevimento da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella? L’elezione dei neo presidenti di Camera e Senato e le dimissioni di Gentiloni aprono la strada alla procedura che porta alle consultazioni per formare un nuovo governo. La prossima tappa è l’elezione dei presidenti dei gruppi parlamentari: tutti i gruppi sono convocati per il prossimo 27 marzo. Seguiranno le prime conferenze dei capigruppo. Tra il 28 e il 29 marzo le aule di Camera e Senato sono poi convocate per le elezioni dei componenti degli uffici di presidenza.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo 2018

Governo 2018 date consultazioni: ecco quando si parte

Una volta eletti i presidenti ed i presidenti dei gruppi parlamentari di Camera e Senato, il presidente della Repubblica avrà a disposizione tutti gli interlocutori previsti per avviare le consultazioni per la formazione del nuovo governo, il primo della legislatura. Salvo clamorosi slittamenti, il Governo 2018 inizierà a prendere forma subito dopo il giorno di Pasquetta, ovvero lunedì 2 aprile. Da martedì 3, infatti, al Colle Mattarella aprirà le porte per cercare di trovare la quadra per la formazione del Governo 2018.

Governo 2018 calendario consultazioni: ecco il possibile iter di Mattarella

Il primo a salire al Colle, come prassi vuole, sarà il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano. Quindi i nuovi neoeletti presidenti, il grillino Fico e la forzista Alberti Casellati. Quanto alle delegazioni dei partiti, che fino al sabato successivo si avvicenderanno nello Studio alla Vetrata, resta ancora qualche dubbio sulla composizione della squadra del centrodestra. Però, dopo la clamorosa spaccatura anche se seguita dalla successiva ricucitura, è molto probabile che Berlusconi, Salvini e la Meloni si presenteranno separatamente e non come unica delegazione al Colle.

Paolo Gentiloni dimissioni: “Orgoglioso di aver ricoperto questo incarico”, ma non è finita qui

Governo 2018, Forza Italia si spacca per “colpa” di Salvini? Brunetta annuncia: “Non sarò capogruppo”