in

Governo 2018, Di Maio a La Repubblica: “Pd, sotterriamo l’ascia di guerra, diamo un esecutivo all’Italia”

La formazione del Governo 2018 è l’unica cosa che conta. Luigi Di Maio, sulle pagine di Repubblica, apre al Pd a cui chiede di dare un governo al Paese. Pur non rinnegando le critiche espresse “anche aspramente” in passato dal Movimento 5 stelle al partito che ha guidato la scorsa legislatura, in una lunga intervista al quotidiano dice che “ora il senso di responsabilità nei confronti del Paese ci obblighi tutti, nessuno escluso, a sotterrare l’ascia di guerra. A noi viene chiesto l’onere di dare un governo al Paese, ma tutti hanno il dovere di contribuire a risolvere i problemi della gente e mostrare senso di responsabilità”.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo 2018

Governo 2018, Di Maio a La Repubblica: “I punti in comune con il Pd”

Quanto alle possibili convergenze con il Pd, Di Maio crede che ce ne possano essere “molte di più di quel che si crede”. “Non ho mai posto veti”, dice riferendosi a quello che gli si imputa sull’ex segretario dem Matteo Renzi, “non ho mai parlato di Pd ‘derenzizzato’ come qualcuno ha scritto. Quello che abbiamo sempre contestato è la linea di totale chiusura dal Pd all’indomani delle elezioni”. E continua: “Oggi il nostro appello sincero a mettere da parte le asperità per il bene del Paese è il segnale che gli italiani ci chiedono per dimostrare che siamo una forza politica all’altezza della situazione complessa nella quale ci troviamo e capace di governare”.

Governo 2018 accordo alla Tedesca: l’idea di Di Maio

Quanto al contratto di governo proposto ai partiti, e con decisione ora al Pd, Di Maio parla di alcuni punti irrinunciabili per formare un governo: “Mettere al centro le risposte più urgenti alle grandi emergenze del Paese”, come “lotta alla povertà e alla corruzione, il lavoro, le pensioni, un fisco più leggero e una pubblica amministrazione che agevola e non ostacola i cittadini alle imprese”, aggiungendo inoltre il sostegno alle famiglie e la lotta agli sprechi della politica e ai privilegi.

 

san donato milanese incendio capannone

San Donato Milanese incendio: vigile del fuoco morto schiacciato da crollo tetto

Consultazioni Governo 2018, centrodestra unito al Quirinale: Movimento 5 Stelle da solo apre al Pd