in

Governo 2018, Di Maio non cambia idea: “Accordo con la Lega solo senza Berlusconi, ma così non sarà”

Lo show di Silvio Berlusconi di ieri sera dopo le consultazioni al Quirinale del Governo 2018 costa carissimo a Matteo Salvini e la Lega per l’accordo con il Movimento 5 Stelle. Quella che Luigi Di Maio ha censurato per ben due volte come “una battutaccia“del Cavaliere (“Sappiate distinguere i democratici da chi non conosce l’abc della democrazia”) non poteva passare senza replica e il leader del Movimento 5 Stelle la rinfaccia a Matteo Salvini, domandandogli come si possa ancora pensare che i 5 Stelle accolgano tutto il centrodestra. “Noi vediamo solo una soluzione per sbloccare questo stallo e investe Silvio Berlusconi: dovrebbe fare un passo di lato”.

Leggi anche: Tutte le news con UrbanPost

Governo 2018, Di Maio spiega: “Con la Lega ci sono delle intese”

Vero è che per Di Maio “con la Lega c’è una sinergia istituzionale” e che il capo politico del Movimento 5 Stelle ha sottolineato come questo rapporto preferenziale abbia “permesso di rendere operativo immediatamente il Parlamento”, e, di più, si riscontri “anche tra i nostri gruppi in uffico di presidenza”, come dimostra l’accordo sul taglio dei vitalizi, oltre alle nomine per la Commissione speciale. Ma “prendiamo atto – ha scandito Di Maio – che ancora una volta Salvini e la Lega ci stanno proponendo uno schema di centrodestra che è di ostacolo”.

Governo 2018, Di Maio invita Salvini a lasciare Berlusconi

Dunque, per Di Maio quella di Salvini è una posizione incomprensibile. “Non comprendo – ha detto – come Salvini e la Lega, davanti alla possibilità di fare partire un governo del cambiamento si ostinino a propinare  ancora questa coalizione”. Una coalizione “tra l’altro, divisa”. “C’è solo una soluzione per sbloccare questo stallo e investe Silvio Berlusconi – ha spiegato Luigi Di Maio – deve mettersi di lato e consentire la partenza per un governo di cambiamento. Altrimenti l’unica risposta è che non riteniamo possibile un governo del M5s con Fi”. Più tardi, il capogruppo della Lega al Senato Gianmarco Centinaio ha cercato di rasserenare gli animi: “Le parole finali di Berlusconi oggi al Colle non rispecchiano la posizione della Lega”.

Governo 2018, la coalizione di centrodestra unita? Berlusconi è ancora il leader

Governo 2018, la posizione del Pd e delle minoranze dopo le consultazioni: “Basta tatticismi”