in

Governo 2018 news accordo Lega – M5S: Di Maio è fiducioso, Salvini più cauto

Sono ore decisive per la formazione del Governo 2018 per quanto concerne l’accordo Lega – Movimento 5 Stelle. È Di Maio ad affermare che forse oggi si arriverà all’intesa, dicendosi “disponibile a un nome terzo” per la guida del governo e sottolineando ancora una volta che il “punto nevralgico” è il programma: “Ci siamo sentiti e ci siamo visti. Queste sono giornate importanti. Domani forse riusciamo a chiudere il contratto di governo e poi da lì si parte. In sei giorni stiamo scrivendo il programma di 5 anni”. Dall’altra parte c’è Salvini, leader del Carroccio, che in diretta streaming su Facebook: “Siamo al tratto finale: se riusciremo a trovare un punto di equilibrio tra Lega e centrodestra e M5s si parte. Ormai siamo al dunque. O c’è l’accordo o si torna al voto”.

Leggi anche: Contratto di Governo 2018, tutto quello che c’è da sapere sulla bozza 

Governo 2018 news, Salvini contro il Financial Times: “17 milioni di elettori, quali barbari?”

Nella mattinata di ieri, inoltre, Matteo Salvini ha detto la sua dopo le critiche mosse dall’Unione Europea: “Contro di noi eurocrati non eletti da nessuno. Certo establishment ha paura, teme il cambiamento. I vincoli europei vanno rivisti perché è in Europa che si gioca la partita importante per finanziare tutte le misure economiche che ridiano diritti sociali agli italiani”, ha detto. Poi si è scagliato contro l’editoriale del Financial Times che oggi parlava di “barbari a Roma”. E rincara: “Come si permettono? Abbiamo 17 milioni di elettori”.

Governo 2018 news, Di Maio cauto: “Nel weekend saremo in piazza”

Luigi Di Maio, in vista di un possibile accordo tra Lega e movimento 5 Stelle,  ha poi lanciato la sfida dei gazebo: “Nel fine settimana ci vedremo nelle piazze e illustreremo il contratto”. Il leader 5s dunque punta forte sull’intesa. Mentre Salvini è parso più prudente sull’evoluzione della trattativa: “Sono ottimista, ma i giorni passano e sono anche realista”. E ancora: “L’ipotesi di una rottura sarà una scelta presa da entrambi, ci sono alcuni temi su cui siamo lontani ed è chiaro che non possiamo andare a Bruxelles con un governo che rappresenti due idee lontane.”

Scomparsa a Reggio Emilia dall’8 maggio, Sonia Marzadori è stata ritrovata: dov’era e come sta

Contratto di Governo M5S – Lega, cosa è il Comitato di Conciliazione? La proposta “anticostituzionale”